Camomilla rimedio naturale per prevenire il diabete

La camomilla potrebbe essere molto utile per prevenire e tenere sotto controllo il diabete. Ad affermarlo è stato il professor Richard Blackburn, che dirige il Sustainable Materials Research Group dell’Università di Leeds. Questa bevanda, che tutti conosciamo e spesso usiamo per facilitare l’addormentamento potrebbe rappresentare un valido rimedio naturale nel tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue attraverso gli effetti che ha sulla digestione dei carboidrati.

Sarebbe tutto merito dei composti della pianta dalle mille proprietà. Il professor Blackburn da anni si occupa di identificare la composizione chimica dei coloranti naturali utilizzati per tinteggiare i tessuti. Proprio da questo settore è nato l’impulso di studiare quel complesso di composti che la natura produce e che possono essere utilizzati a vantaggio della salute umana.

=> Scopri le proprietà curative della tisana alla camomilla

Attraverso metodi di estrazione innovativi e tecniche usate per estrarre i coloranti dai campioni tessili risalenti a molti anni fa, si è scoperto che la camomilla è stata presa in considerazione per i problemi digestivi in molte epoche passate. La squadra di ricerca ha impiegato diversi anni per studiare il legame tra i componenti alimentari della camomilla e la digestione dei carboidrati.

=> Leggi quali sono i benefici della camomilla contro il mal di stomaco

Il problema fondamentale consisteva nel capire quali composti nello specifico erano implicati in questa attività. Grazie all’esperienza nell’analisi dei coloranti si è arrivati ad isolare due composti, che danno il tipico colore giallo alla bevanda. Poi altre due sostanze chimiche sono state identificate ad opera dei ricercatori, che hanno condotto analisi dettagliate sui composti della pianta.

Alla fine gli scienziati sono giunti alla conclusione che questi quattro composti agiscono contemporaneamente per modulare la digestione e l’assorbimento dei carboidrati nell’intestino. L’obiettivo è quello di arrivare, attraverso ulteriori ricerche, a concentrare questi componenti della camomilla per mettere a punto farmaci appositi da utilizzare per controllare o prevenire l’insorgenza del diabete.

17 aprile 2018
Lascia un commento