Greenstyle Ambiente Inquinamento Smog: danni al cuore degli adolescenti e aumento rischio infarto

Smog: danni al cuore degli adolescenti e aumento rischio infarto

Alti livelli di smog incidono sulla salute del cuore degli adolescenti, a dimostrarlo uno studio polacco presentato a Londra.

Smog: danni al cuore degli adolescenti e aumento rischio infarto

Lo smog provoca danni seri al cuore degli adolescenti e ne aumenta il rischio infarto. A presentare tali conclusioni, durante la conferenza della European Society of Cardiology a Londra, i ricercatori polacchi della Jagiellonian University di Cracovia. Gli esperti puntano a smentire la credenza che l’inquinamento atmosferico non produca alcun effetto sulla salute cardiovascolare dei più giovani.

Durante lo studio sugli effetti dello smog sono stati analizzati i profili di oltre 800 giovani tra i 16 e i 22 anni d’età, residenti nelle città di Cracovia e Lublino: la differenza principale ai fini della ricerca è rappresentata dal livello di inquinamento atmosferico, doppio per quanto riguarda la prima.

È stata analizzata inoltre la concentrazione nel sangue dei ragazzi di alcune specifiche proteine per valutare la presenza di di infiammazioni in corso nel loro organismo: valori sensibilmente più alti sono stati registrati negli adolescenti esposti a maggiori quantità di polveri sottili e altri inquinanti come il biossido di azoto, con picchi nei soggetti obesi.

Come ha affermato dall’autore principale dello studio, Krzysztof Bryniarski della Jagiellonian University di Cracovia:

Questo dimostra che vivere in città molto inquinate può avere un impatto sul rischio cardiovascolare anche in età precoce, attraverso un’infiammazione cronica. È la prima volta che si vede un legame tra la residenza in una città particolarmente inquinata e il rischio in giovani adulti, che di solito si ritengono immuni dal problema.

Le informazioni riportate su GreenStyle sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

L’impatto ambientale della fast fashion, dai rifiuti tessili alle microplastiche
Inquinamento

Il mondo della fast fashion, o moda veloce, ci sta mostrando una serie di problemi di carattere ambientale. Ci sono infatti rifiuti tessili che affollano le discariche, ma anche microplastiche che stanno inquinando le falde acquifere. I tempi del “compro bene e conservo per una vita” sono passati, ma le conseguenze di scelte di acquisto a tempo determinato stanno piegando il pianeta.