Greenstyle Sostenibilità Consumi MITA: ecco gli occhiali realizzati dalle bottiglie di PET

MITA: ecco gli occhiali realizzati dalle bottiglie di PET

Mita i nuovi occhiali green hanno debuttato a Mido, la principale fiera internazionale dedicata all’eyewear in programma a Milano.

MITA: ecco gli occhiali realizzati dalle bottiglie di PET

Buone notizie in ambito green: finalmente ha debuttato a Milano Mita, il nuovo marchio eyewear green e l’ha fatto a Mido, la principale fiera internazionale di settore. Un ingresso a 5 stelle reso possibile dal sostegno di Vision of Tomorrow (VoT), che ha prodotto la collezione completamente ecosostenibile. Si tratta di 17 modelli da vista e i 13 occhiali da sole realizzati con materiali riciclati e riciclabili: le proposte in plastica utilizzano un materiale ricavato da bottiglie di plastica PET raccolte in mare, mentre quelle in metallo utilizzano allumino riciclato. Ad aggiungersi all’importanza della battaglia ecofriendly c’è uno stile unico nel suo genere.

MITA: i nuovi occhiali green di cui non fare mai a meno

L’attenzione all’ambiente non si ferma alle montature, ma coinvolge anche le lenti demo e sole biodegradabili, gli elementi di componentistica e il packaging. Una scelta di valori green a tutto tondo da sostenere e portare avanti con l’attitudine anche di chi oli indossa orgoglioso per il loro design unico e di tendenza.

Il nome MITA è la sintesi di due differenti parole che rappresentano lo spirito del brand: MI come le iniziali di Miami, dove ha sede VoT, e ITA come ltalia. Un nome che rappresenta un ponte tra la cultura stilistica melting pot della Magic City americana e i concetti di artigianalità e design italiani. Un nome, soprattutto, di cui si parlerà molto nei prossimi anni: da tenere sott’occhio (green)!

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Microplastiche: cosa sono e quali danni provocano a salute e ambiente
Inquinamento

Ovunque le cerchi, le trovi: stiamo parlando delle microplastiche, microscopici pezzettini di plastica che galleggiano nei mari e si accumulano nel suolo e nell’aria. Ma cosa sono esattamente? E qual è l’impatto di queste minuscole particelle sull’ambiente e sulla nostra salute?