Greenstyle Ambiente Animali Babbuino: carattere, abitudini, curiosità e immagini di uno dei nostri antenati

Babbuino: carattere, abitudini, curiosità e immagini di uno dei nostri antenati

Babbuino: carattere, abitudini, curiosità e immagini di uno dei nostri antenati

Fonte immagine: Pixabay

Il babbuino è una tra le scimmie della famiglia Cercopithecidae più famose e note. Attualmente solamente i membri del genere Papio vengono definiti propriamente come babbuini. In passato, invece, venivano chiamati con questo nome anche i membri del genere affine Theropitecus (il babbuino gelata) e due specie di Mandrillus.

Classificazione scientifica del babbuino

babbuini
Fonte: Pixabay

Questa è la classificazione scientifica del babbuino:

  • Dominio: Eukaryota
  • Regno: Animalia
  • Phylum: Chordata
  • Classe: Mammalia
  • Superordine: Euarchontoglires
  • (clade): Euarchonta
  • Ordine: Primates
  • Sottordine: Haplorrhini
  • Infraordine: Simiiformes
  • Parvordine: Catarrhini
  • Superfamiglia: Cercopithecoidea
  • Famiglia: Cercopithecidae
  • Sottofamiglia: Cercopithecinae
  • Tribù: Papionini
  • Genere: Papio

Quanti tipi di babbuino esistono?

Esistono cinque specie di babbuino:

Papio hamadryas o amadriade

Babbuino amadriade
Fonte: Pixabay

Il babbuino amadriade è diffuso lungo il mar Rosso, dagli antichi egizi veniva considerato come una incarnazione del dio Thot. I maschi pesano 20 kg e sono alti 50-90 cm, con mantello bianco-grigiastro e criniera su collo e spalle. La faccia è glabra, nera, con muso canino. Le femmine pesano 10 kg e sono marroncine, con pelo corte. Le callosità ischiatiche sono evidenti e glabre. Hanno una coda lunga 40-60 cm.

La gravidanza dura 6 mesi: la femmina dà alla luce un cucciolo per volta. La durata di vita media è di 20 anni.

Sono animali onnivori.

Papio paio o babbuino della Guinea

Babbuino della Guinea
Fonte: Pixabay

Il babbuino della Guinea è diffuso nell’Africa occidentale. Per la IUCN Red List fa parte delle specie a basso rischio di estinzione, mentre per i Cites fa parte dell’Appendice II.

È il babbuino più piccolo: pesa 17 kg ed è lungo 68 cm, con coda di 50 cm. La pelliccia è marrone-rossiccia, il muso è canino, glabro e di colore nero. È onnivoro. La gestazione dura sei mesi e si conclude con la nascita di un cucciolo.

Papio anubis o babbuino verde

Babbuino Anubi
Fonte: Pixabay

Il babbuino verde o anubi vive in Senegal, Congo, Ghana, Etiopia, Kenya, Uganza e Tanzania. Inoltre alcuni gruppi li si trova anche nel Sahara. Il nome deriva dal dio Anubis visto che questa divinità egizia viene spesso raffigurata con la testa di sciacallo o lupo.

In effetti il babbuino verde ha un muso lungo, a punta, molto canino. Il corpo è lungo circa 1 metro, i denti sono molto sviluppati. I maschio hanno sul collo una criniera di peli lunghi, mentre sono evidenti callosità ischiatiche glabre. Nelle femmine durante l’ovulazione la cute della zona anogenitale diventa gonfia e rosso acceso.

Papio cynocephalus o babbuino giallo

Babbuino giallo
Fonte: Pixabay

Il babbuino giallo lo si trova nelle zone della savana e foreste dell’Africa centro-orientale. Il muso canino è glabo e nero, mentre la pelliccia è giallo-marone con folte basette ai lati del muso di colore bianco. Le callosità ischiatiche sono evidenti, nere e glabre. I maschi pesano 25 kg, le femmine 11 kg. I maschi hanno canini superiori molto più lunghi delle femmine.

La gravidanza dura 170 giorni e si conclude con la nascita di un cucciolo. La durata di vita media è di 30 anni.

Papio ursinus o babbuino nero

Fonte: Harald Süpfle, CC BY-SA 2.5, via Wikimedia Commons

Il babbuino nero vive nell’Africa meridionale, nelle zone della savana, foreste e steppa. È il babbuino più grande in assoluto: può arrivare a pesare 31 kg. I maschi sono più grandi delle femmine e hanno canini più sviluppati, ma non hanno la criniera. Il colore della pelliccia è marrone scuro dorsalmente e più chiaro ventralmente. Le estremità degli arti sono nere. Il muso è canino, sporgente, glabro e nero o violetto scuro.

La gestazione dura sei mesi e nasce un solo cucciolo. In cattività alcuni esemplari sono arrivati a 45 anni.

Dove vive e habitat

I babbuini sono presenti in tutta l’Africa, mancano solo nella zona nord occidentale. Tendono a vivere nella savana, nelle steppe, nelle foreste, nelle zone semidesertiche o anche in quelle rocciose.

Caratteristiche del babbuino e cenni di biologia

Coppia di babbuini
Fonte: Pixabay

Come aspetto, i babbuini sono scimmie di medie-grosse dimensioni. A seconda della specie, la lunghezza del corpo varia fra i 40 e i 110 cm, la coda può arrivare a 80 cm e il peso può superare anche i 30 kg.

Sono scimmie con un evidente dimorfismo sessuale: i maschi sono grandi due volte le femmine, hanno canini molto evidenti e in alcune specie hanno una notevole criniera su collo e spalle.

Il muso è canino, spesso nero, con mascella forte e poderosa dentatura. Muso e natiche sono glabri. Il colore del mantello varia dal giallo all’oliva al marrone, arrivando fino all’argenteo.

Carattere e comportamento sociale

I babbuini sono animali diurni. Vivono soprattutto al suolo dove camminano a quattro zampe. Tuttavia sono anche abili arrampicatori e non esitano a salire sugli alberi per sfuggire ai predatori o per dormire.

Vivono in branchi sia misti, con più maschi adulti, femmine e cuccioli che poligamici, con un solo maschio adulto e poche femmine. Le femmine vivono tutta la vita nel branco in cui nascono, mentre i maschi, quando raggiungono la maturità sessuale, si allontanano. Esiste comunque una rigida gerarchia sociale che regola tutto, dall’accesso al cibo alla riproduzione, fino ad arrivare al grooming, cioè l’attività di pulizia reciproca.

I babbuini comunicano fra loro con un sistema vocale e gestuale molto complesso.

Riproduzione

Cucciolo babbuino
Fonte: Pixabay

Le femmine di babbuino entrano in calore una volta al mese e si accoppiano per massimo una settimana. Durante questo periodo le callosità ischiatiche si ingrossano e diventano rosso intenso. La gravidanza dura in media 6-7 mesi e da essa nasce solitamente un unico cucciolo che si attacca subito al pelo del ventre materno. La madre può così agevolmente trasportarlo in giro.

L’allattamento dura quattro mesi. Tutti gli appartenenti al branco si prendono cura dei cuccioli.

Dieta e alimentazione

Il babbuino è un animale onnivoro. Mangia soprattutto vegetali come foglie, erba, frutta, semi e radici. Tuttavia non disdegna insetti e anche piccoli vertebrati. In alcuni casi dà la caccia anche ad altri mammiferi di piccola-media taglia.

Curiosità sul babbuino

Queste sono alcune piccole curiosità sul babbuino:

  • Il babbuino è pericoloso? Al di là del fatto che ogni animale se disturbato o se si sente in pericolo potrebbe mostrare atteggiamenti minacciosi, ecco che il babbuino tende ad essere un animale territoriale ed aggressivo. Inoltre si muove in branco, quindi l’aggressione da parte di uno potrebbe tradursi con l’aggressione anche di altri membri del branco
  • I babbuini possono essere prede di pochi animali. Fra di essi abbiamo i leoni, i coccodrilli, gli scimpanzé e i pitoni. I cuccioli possono essere vittime di iene, sciacalli, ghepardi e licaoni. Tuttavia lo storico nemico del babbuino è il leopardo
  • Si dice babbuino o babuino? Secondo la Treccani, il termine più in uso è babbuino, mentre raramente si usa il nome babuino (non è sbagliato, ma desueto)
  • L’etimologia del nome babbuino deriva dal francese babouin, affine all’italiano babbeo
  • In inglese babbuino si dice “baboon”
  • Per quanto riguarda il simbolismo del babbuino, nell’antico Egitto, Babi era una divinità feroce e sanguinaria, deificazione del babbuino, animale molto diffuso lungo il Nilo. Era una divinità dell’oltretomba, divoratore delle anime dei malvagi una volta riconosciute come tal dalla dea Maat. Un altro dio egiziano che talvolta veniva raffigurato come babbuino è Thot, il dio della sapienza e della scrittura. Solitamente Thot viene raffigurato con la testa di ibis sacro, ma ogni tanto assumeva l’aspetto di un babbuino
  • A proposito di babbuini, nel film Harry Potter e il Calice di Fuoco, una frase celebre della professoressa McGrannit è “Una balbettante bambocciona banda di babbuini”

Babbuino come animale domestico? Assolutamente no

No, il babbuino non può essere detenuto come animale domestico come accade per molte scimmie. L’unico modo per vederlo qui da noi in Italia è nei parchi-zoo.

Seguici anche sui canali social