Mangiare uova può aiutare a proteggere dalla perdita di memoria. Secondo lo studio realizzato dai ricercatori della Tufts University questo alimento consente di ridurre gli effetti della degenerazione cognitiva grazie ad alcune preziose sostanze in esso contenuto come antiossidanti, luteina e zeaxantina.

Durante lo studio, svoltosi nell’arco di sei mesi, i partecipanti sono stati suddivisi in due gruppi: a metà di loro sono state somministrate due uova al giorno mentre nessun uovo agli altri volontari. Entrambi i gruppi sono stati invece sottoposti ad alcuni test cognitivi per valutarne le differenti prestazioni in operazioni relative a memoria, logica, capacità di attenzione e fluenza verbale.

Secondo i risultati ottenuti, coloro che assumevano uova all’interno della loro dieta mostravano un aumento significativo delle proprie prestazioni cognitive nei vari ambiti rispetto agli altri. Questo alimento sembrerebbe aggingersi quindi alla lista di quei cibi e condimenti in grado di proteggere la memoria a tavola.

Risale a pochi mesi fa, dicembre 2013, lo studio presentato dal Dr. Marco Fiore, ricercatore presso l’IBCN-CNR, che sottolineava le proprietà benefiche dell’olio d’oliva opposte a quelle ritenute nocive dello zucchero. Utile anche seguire un rigime alimentare equilibrato e sano come la Dieta Mediterranea.

4 marzo 2014
Fonte:
Lascia un commento