Scambiare rifiuti riciclabili in cambio di crediti con aziende agricole del territorio. Accade in Messico, dove l’Agenzia nazionale per l’ambiente nazionale ha recentemente lanciato il Mercado de Trueque, una sorta di mercato che permette di barattare materiali riciclabili con prodotti alimentari freschi, coltivati nei terreni agricoli di Città del Messico.

L’intenzione è di sensibilizzare i cittadini sul tema del riciclo dei rifiuti, ma anche di incoraggiare l’acquisto di prodotti a chilometro zero e sostenere i piccoli produttori agricoli locali. Oltre ai risvolti economici, il Governo messicano spera in questo modo di favorire anche la conservazione del suolo.

Questo innovativo programma – scrive il Ministero dell’Ambiente – è stato progettato per mostrare ai cittadini direttamente e concretamente come ciò che noi chiamiamo spazzatura può diventare materie prime. Se i rifiuti solidi vengono correttamente separati, hanno ancora valore.

Educare alla raccolta differenziata, dunque. Ma Mercado de Trueque punta anche a promuovere il consumo di prodotti locali, per ridurre il ricorso alla importazione di merci da grande distanza, incoraggiare esperienze di commercio equo e favorire la conservazione dei terreni agricoli a sud della città.

L’iniziativa, per il momento, sembra avere incontrato il favore della popolazione. La prima giornata di mercato dedicata al riciclo creativo, che si è tenuta in una delle domeniche di marzo, ha fatto registrare una grande partecipazione, con lo scambio di quasi tre tonnellate di 60 diversi prodotti agricoli in cambio di spazzatura.

25 aprile 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento