Fotovoltaico: impianto portatile che si srotola come un tappeto

Fotovoltaico: impianto portatile che si srotola come un tappeto

Fonte immagine: assente

Un impianto fotovoltaico che si srotola come un tappeto promette di rivoluzionare il mercato solare.

La compagnia energetica britannica Renovagen ha ideato dei pannelli solari portatili che si srotolano come tappeti e sono in grado di raggiungere un’efficienza compresa tra il 10 e il 16%. L’originale design è stato progettato dal team di John Hingley per facilitare l’installazione di nuovi impianti solari in aree remote e ampliare il campo di applicazione del fotovoltaico.

L’impianto fotovoltaico avvolgibile ribattezzato “Roll-Array” è composto da moduli in seleniuro di rame indio gallio, caratterizzati da una grande flessibilità, da costi più bassi e da una minore perdita di efficienza rispetto ai moduli in silicio. L’impianto può essere trasportato facilmente all’interno di un container, permettendo all’energia solare di raggiungere luoghi finora inaccessibili.

Il Roll-Array può essere trainato senza fatica da un comune veicolo a quattro ruote motrici come il Land Rover. Agganciata alla parte posteriore dell’auto la struttura a rocchetto si srotola e aderisce alla superficie in pochi minuti. Secondo le stime fornite dalla compagnia l’impianto fotovoltaico, largo 5 metri e lungo fino a 200 metri, raggiunge una potenza di 100kWp, pari a 10 volte in più la potenza degli impianti solari portatili in commercio. In futuro la compagnia inglese mira a migliorare l’efficienza della tecnologia per realizzare impianti fotovoltaici portatili con una potenza di 600kWp.

Il trasporto dell’impianto è economico e a basso impatto ambientale, perché per il rimorchio non è richiesto l’utilizzo di un generatore diesel. Grazie al “tappeto fotovoltaico” i tempi di installazione di un impianto standard si riducono da una media di 22 ore ad appena 2 minuti. I pannelli fotovoltaici una volta installati vengono ancorati al suolo e sono in grado di resistere a venti molto forti. Le batterie per l’accumulo dell’energia e gli inverter sono fissati alla base dei pannelli. Il processo di installazione richiede in tutto appena 5 minuti. Trascorso questo tempo l’impianto fotovoltaico è pronto a generare e a stoccare energia pulita.

La compagnia spiega che questa tipologia di impianto è indicata soprattutto per i terreni pianeggianti e laddove ci siano grandi superfici da ricoprire di pannelli in tempi brevi. La tecnologia può essere particolarmente utile nelle regioni rurali più remote e nelle basi militari o per rifornire di energia rinnovabile gli accampamenti d’emergenza nel corso di calamità naturali. L’impianto è abbastanza leggero da poter essere trasportato a bordo di un elicottero.

La Renovagen di recente ha avviato una campagna di crowd-funding su Crowdcube per finanziare la produzione dell’impianto su scala commerciale. L’obiettivo della raccolta fondi è attirare investimenti per 600 mila sterline, pari a quasi 800 mila euro. La campagna sta riscuotendo un grande successo. Finora è già stato raccolto il 41% della cifra stabilita.

Seguici anche sui canali social