Passare ad un’auto ibrida può non apparire sempre come una scelta semplice, specialmente se si è abituati da molti anni a vedere l’automobile come mezzo di trasporto dotato esclusivamente di motore a scoppio, sia esso alimentato a benzina o a gasolio.

Eppure, nonostante qualche legittimo dubbio su un mondo che per molti automobilisti è del tutto nuovo, sono sempre più numerosi coloro i quali abbandonano la propulsione tradizionale per passare alla tecnologia ibrida, convinti dai vantaggi di natura ambientale ed economica, ma anche da una semplicità di manutenzione e da un livello di affidabilità e che non hanno assolutamente nulla da invidiare ai modelli convenzionali.

Per quanto riguarda la manutenzione di un’auto ibrida è fondamentale considerare il fatto che il motore elettrico e tutta l’elettronica di gestione non richiedono interventi di alcun tipo da parte del proprietario. Una tecnologia come Hybrid Synergy Drive di Toyota, d’altronde, è il perfetto esempio di come una vettura possa essere economica e semplice da usare pur mettendo a disposizione del guidatore la forza di ben due propulsori.

A differenza dei modelli elettrici, su un’auto ibrida la batteria non deve essere ricaricata in quanto riceve l’energia necessaria al suo funzionamento durante la marcia della vettura. La tecnologia Hybrid Synergy Drive offre infatti la possibilità di ricaricare gli accumulatori usando l’energia generata dal motore a benzina, ma consente anche di trasformare in elettricità l’energia termica (il calore generato dagli attriti) che si genera in fase di frenata e nei rallentamenti del veicolo, recuperando e riutilizzando una parte di energia che diversamente andrebbe dispersa.

Partendo inoltre dal presupposto che l’unità elettrica non subisce la stessa usura di un motore termico per l’assenza di parti meccaniche ad alto deterioramento, la manutenzione ordinaria su un’ibrida Toyota va eseguita esclusivamente sul propulsore a benzina. Quest’ultimo, lavorando in sinergia con la controparte elettrica, è sottoposto ad un impiego meno intensivo rispetto a un motore chiamato a lavorare da solo, per cui il minore stress subito ne allunga sensibilmente la durata e ne mantiene inalterate le prestazioni.

Il costo dei tagliandi di manutenzione ordinaria di un veicolo ibrido è pari al costo necessario per un modello a benzina di pari categoria, ma Toyota va oltre e ai propri clienti offre i vantaggi del Programma Toyota Hybrid Care. Grazie a questa soluzione, il cliente può far eseguire una verifica del sistema Hybrid Synergy Drive presso i centri di assistenza autorizzati e, nel caso il controllo venga superato, ha la possibilità di ottenere l’estensione della garanzia sulla batteria per 1 anno o 15.000 chilometri.

Il prolungamento della copertura sugli accumulatori usati nelle auto ibride Toyota è disponibile fino al decimo anno dalla prima immatricolazione e consente di beneficiare della riparazione o della sostituzione gratuita della batteria nel caso di guasto o malfunzionamento della stessa.

Gli oltre 40 anni di esperienza nella realizzazione di tecnologie per la propulsione alternativa pongono Toyota decisamente all’avanguardia dal punto di vista dell’affidabilità. Le soluzioni Full Hybrid installate sui veicoli fin dal 1997, anno del lancio della prima Toyota Prius, hanno guadagnato il favore di critica e pubblico, riuscendo a conquistare oltre 7 milioni di clienti a livello globale.

L’affidabilità è confermata inoltre da tutti i più rigorosi studi effettuati da vari enti indipendenti che premiano l’attenzione posta dal costruttore nella progettazione e nella costruzione dei propri modelli. Non è infatti un caso se Toyota può permettersi di offrire una garanzia di ben 5 anni su tutti i propri sistemi ibridi.

16 gennaio 2015
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
mek claud , domenica 30 ottobre 2016 alle16:03 ha scritto: rispondi »

buongiorno, vorrei sapere se esistono ibride con cambio meccanico, ed anche perche' hanno tutte il cambio automatico? Grazie.

gino, martedì 8 settembre 2015 alle8:23 ha scritto: rispondi »

cosa mi dite della lexus nx 300??

Lascia un commento