• GreenStyle
  • Salute
  • Zucche non commestibili in commercio: 353 intossicati in Francia

Zucche non commestibili in commercio: 353 intossicati in Francia

Zucche non commestibili in commercio: 353 intossicati in Francia

Fonte immagine: Pixabay

Attenzione alle zucche che trovate al supermercato perché potrebbero essere non commestibili, ma solo ornamentali: l'allerta dell'Anses.

Le zucche sono un alimento particolarmente apprezzato in autunno: ideali per risotti e torte salate si trovano a buon prezzo in tutti i supermercati, ma bisogna fare attenzione in quanto non tutte quelle che si trovano in commercio sono commestibili.

L’allerta viene dall’Anses, l’agenzia nazionale francese per la sicurezza e la salute degli alimenti, dell’ambiente e del lavoro, che ricorda come le zucche ornamentali non siano commestibili. Spesso, per forma e consistenza vengono scambiate con quelle commestibili, ma mangiare una zucca ornamentale può causare problemi di salute anche gravi.

Se si mangia questa zucca non commestibile si possono avere problemi gastrointestinali, vomito e diarrea a causa delle cucurbitacine, delle molecole dal sapore piacevole, ma dannose per il nostro intestino. In Francia, come si legge su un articolo pubblicato dall’Anses nella propria rivista, negli ultimi 5 anni sono stati registrati 353 casi di persone che hanno lamentato problemi intestinali per colpa delle zucche definite “amare”.

Nella maggior parte dei casi questa confusione tra zucche ornamentali e commestibili deriva dalle coltivazioni casalinghe, dove capitano casi di ibridazione spontanea tra i semi delle diverse qualità. Tuttavia, sempre secondo l’Anses, non mancano casi di intossicazione per colpa di zucche acquistate al supermercato. Gli esercenti sono così invitati a separare molto bene a livello visivo le zucche ornamentali da quelle commestibili.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social