Zoo rimuove gli artigli alla leonessa: è polemica

Zoo rimuove gli artigli alla leonessa: è polemica

Fonte immagine: Pexels

Uno zoo ha deciso di rimuovere chirurgicamente gli artigli di una leonessa, affinché possa interagire in sicurezza con i visitatori: scoppia la polemica.

Uno zoo ha deciso di rimuovere gli artigli a una leonessa, affinché possa interagire con i visitatori della struttura senza causare ferite. È questa la decisione presa dal Rafah Zoo di Gaza, così come riportano le principali testate internazionali. Una scelta che ha generato fitte polemiche, poiché gli artigli sono essenziali per i felini e la loro rimozione riduce sensibilmente la qualità della vita.

L’esemplare scelto per questa pratica è una leonessa di 14 mesi d’età, chiama Falestine: così come conferma il veterinario della struttura, Fayyaz al-Haddad, il centro ha deciso di rimuovere chirurgicamente le unghie dell’animale, affinché possa interagire in sicurezza con i visitatori.

Secondo quanto riportato da NewsWeek, per sottoporsi alla procedura la leonessa sarebbe stata prima sedata, quindi un sacchetto le sarebbe stato posizionato sul muso, per evitare potesse agitarsi. Il veterinario ha quindi proceduto con l’intervento, effettuato all’interno della gabbia dei leoni, a diretto contatto con il terreno. Four Paws, un’associazione internazionale che si occupa della tutela degli animali in difficoltà, ha così commentato la vicenda:

Per i grandi felini, rimuovere gli artigli è particolarmente pericoloso, poiché la procedura può causare danni a lungo termine. Il comportamento naturale, come prendere il cibo o arrampicarsi, è scarsamente possibile senza artigli. Considerato come l’amputazione non si avvenuta in una clinica veterinaria, la possibilità d’infezione è molto alta.

La notizia ha generato molte polemiche, soprattutto sui social network, dove però alcuni utenti sostengono come gli artigli della leonessa siano stati semplicemente accorciati, anziché rimossi del tutto. Al momento, tuttavia, non giungono precise conferme in merito a questa possibilità.

Lo zoo in questione negli ultimi anni è finito al centro dell’attenzione dei media internazionali, per le condizioni di accudimento di circa 40 esemplari ospitati. I gestori, però, rifiutano le accuse, sottolineando come la struttura sia essenziale per mantenere alto l’umore di una popolazione già costretta a molte privazioni.

Fonte: Newsweek

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Antonia Testa