• GreenStyle
  • Auto
  • Zero Emissioni: Ford e Peugeot lanciano nuovi modelli, una sfida ai limiti delle elettriche e i costi di ricarica

Zero Emissioni: Ford e Peugeot lanciano nuovi modelli, una sfida ai limiti delle elettriche e i costi di ricarica

Zero Emissioni: Ford e Peugeot lanciano nuovi modelli, una sfida ai limiti delle elettriche e i costi di ricarica

Fonte immagine: iStock

In questa puntata del nostro podcast parleremo dei nuovi modelli annunciati e di una curiosa sfida iniziata il 15 marzo 2016, sarà con noi inoltre Gianfranco Pizzuto per rispondere alle principali domande degli ascoltatori.

In questa puntata del nostro podcast Zero Emissioni parleremo dei nuovi modelli di auto elettriche e ibride annunciati da Ford e Peugeot, di una curiosa sfida iniziata il 15 marzo 2016, e dei costi di ricarica delle elettriche insieme a Gianfranco Pizzuto.

Il nostro Matteo Virelli ci guida ancora una volta nelle novità più importanti della settimana appena conclusa che ha visto elettriche sotto i riflettori grazie alla Formula E gareggiata a Roma.

Ascolta “Auto elettriche: Ford e Peugeot lanciano nuovi modelli, una sfida ai limiti delle elettriche e i costi di ricarica” su Spreaker.

Trascrizione del podcast

Nella settimana della Formula E a Roma, parleremo dei nuovi modelli annunciati e di una curiosa sfida iniziata il 15 marzo 2016, sarà con noi inoltre Gianfranco Pizzuto per rispondere alle principali domande degli ascoltatori

Ford Puma, il SUV compatto

Iniziamo da casa Ford che è in arrivo con un SUV compatto di segmento B.

Si chiama Ford Puma e accanto alle soluzioni tradizionali verrà proposta una motorizzazione Mild Hybrid basata sul sistema EcoBoost Hybrid a 48 volt.
Il sistema Mild Hybrid è diverso dalla classica motorizzazione Full Hybrid. In questo caso non è presente alcun motore elettrico in grado di muovere in autonomia la vettura, il nuovo suv sarà così in grado di offrire prestazioni, ma anche consumi ridotti.
Anche se non esplicitato, la nuova Ford Puma dovrebbe essere basata sulla piattaforma della Fiesta e arriverà nel 2020.

Peugeot e-208 elettrica: offerta leasing

Parliamo ora di un argomento che può interessare chi voleva avvicinarsi al mondo delle elettriche ma, ancora titubante, stava aspettando nuove offerte.

La nuova Peugeot e-208 elettrica può essere infatti già prenotata attraverso un’interessante offerta di noleggio a lungo termine compatibile con l’ecobonus.

L’offerta riservata alla Peugeot e-208 elettrica funziona in questo modo ed è legata al modello GT Line, che dovrebbe essere quello più ricco. Gli interessati dovranno versare 5.900 euro di anticipo e poi rate mensili da 349 euro. L’offerta prevede un noleggio di 3 anni (60.000 Km). Compresi nel prezzo l’assicurazione, la manutenzione e tanti altri piccoli balzelli solitamente a carico del proprietario di un’auto.
Dall’anticipo può essere dedotto l’ecobonus nazionale di 4.000 o 6.000 euro se i fondi saranno ancora disponibili al momento dell’ordine dell’auto.

Brevetti Toyota open source per le auto ibride

Ci spostiamo in Giappone dove Toyota ha annunciato di voler rendere open surce 24mila brevetti legati alle sue auto ibride.

Questi brevetti saranno accessibili senza royalty fino al 2030 e Toyota offrirà anche servizi di consulenza sullo sviluppo dei powertrain ibridi a pagamento, anche se non è chiaro esattamente quanto chiederà.
Nel 2015 Toyota aveva reso “Open Source” quasi 6 mila brevetti relativi alla sua tecnologia per le auto a idrogeno. Tale tecnologia non è stata però ancora sfruttata, soprattutto a causa dell’infrastruttura di rifornimento praticamente inesistente.
L’obiettivo dichiarato di Toyota con questa iniziativa è quello di aiutare ad accelerare la diffusione di veicoli elettrificati in tutto il mondo per arrivare a ridurre il prima possibile le nocive emissioni di CO2.

Wiebe Walker e il suo viaggio del mondo in auto elettrica

Adesso invece parliamo di una sfida iniziata 3 anni fa, lunga 95mila km.

Protagonista di questa avventura Wiebe Walker, che ha percorso oltre 95.000 Km partendo dall’Olanda per arrivare alla fine in Australia.
Con una Volkswagen Golf Variant totalmente elettrica, lo scopo del viaggio iniziato il 15 marzo 2016 e finito il 7 aprile 2019 era dimostrare la fattibilità dei viaggi lunghi e i vantaggi dei veicoli elettrici.
In totale ha speso solamente 300 dollari di elettricità in tre anni, cioè poco meno di 270 euro (267 euro per la precisione). Se i 95.000 Km fossero stati percorsi con il motore termico la spesa sarebbe lievitata a 4.552 dollari.

I costi di ricarica di un’auto elettrica secondo Gianfranco Pizzuto

Visti i costi sostenuti in questo viaggio, abbiamo una domanda per Gianfranco Pizzuto, il nostro esperto: Quanto costa la ricarica di un’auto elettrica?

Per chi ha pannelli solari installati sul proprio tetto di casa il costo per kwh, una volta ammortizzato l’investimento, è di pochi centesimi per kwh. Pagando il prezzo in bolletta la media italiana è sui 20 cent/kwh, mentre alle colonnine si paga un po’ di più, quindi dai 25 cent a 50 cent/kwh. Ci sono comunque colonnine dove la ricarica è gratuita e queste si trovano spesso in centri commerciali. In generale si può dire che comunque il costo energetico per percorrere 100 km con un’auto elettrica è di circa un terzo rispetto alla vettura con motore endotermico.

Questa era la risposta del nostro esperto e queste erano le notizie di questa settimana. Per restare aggiornato, seguici sui social o su Greenstyle.it.

Approfondimenti

Alcuni link utili per approfondire le tematiche affrontate in questo podcast.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

EICMA 2018: intervista a Michael Castellano – NIU