• GreenStyle
  • Salute
  • Zanzare: entomologo spiega perché pungono solo certe persone

Zanzare: entomologo spiega perché pungono solo certe persone

Zanzare: entomologo spiega perché pungono solo certe persone

Le zanzare scelgono le loro vittime in base a determinati fattori olfattivi, indotti dalla presenza di alcuni batteri sulla pelle: ecco quali sono.

Un entomologo olandese ha affermato di aver finalmente scoperto perché alcune persone vengono preferite dalle zanzare rispetto ad altre. Il ricercatori in questione si chiama Joop van Loon e lavora presso l’Università di Wageningen, nei Paesi Bassi. Secondo l’esperto di insetti le “vampire” estive risulterebbero attratte da determinati individui a causa della composizione del microbioma cutaneo. Lo studioso ha pubblicato le sue conclusioni sulla rivista “Live Science“.

Secondo quanto affermato dal ricercatore olandese le zanzare sarebbero attirate nelle zone dove sono presenti gli esseri umani da un’invisibile traccia di anidride carbonica. Sarebbero però alcuni composti volatili diffusi attraverso le ghiandole sudoripare a orientare la scelta della “vittima”. Come ha spiegato van Loon:

I batteri convertono le secrezioni delle nostre ghiandole sudoripare in composti volatili che vengono trasportati attraverso l’aria al nostro sistema olfattivo fino alle zanzare.

Se la presenza di alcuni batteri sulla pelle determina il grado di interesse da parte delle zanzare, a consentire a quest’ultime di individuare anche a distanza di 50 metri i luoghi dove sono presenti gli esseri umani sarebbe il fatto che l’anidride carbonica espulsa dai polmoni non si mescolerebbe all’istante con l’aria circostante.

Al contrario formerebbe una sorta di “cortina” nei pressi dell’individuo, allertando gli insetti e consentendo loro di trovarlo. Solo una volta in prossimità della persona le zanzare valuterebbero l’eventuale preferenza o meno per l’umano rintracciato, prendendo in considerazione come detto una serie di indicatori olfattivi indotti dalla eventuale presenza sulla pelle di alcuni batteri.

Secondo recenti studi tuttavia il portare con sé un po’ di fondi di caffè rappresenterebbe un rimedio naturale contro le zanzare. L’odore agirebbe da repellente, tanto da respingere al mittente la minaccia. Stesso risultato sembrerebbe poter essere raggiunto utilizzando l’aroma di caffè liquido o bruciando in casa (su un foglio di carta stagnola e un piatto) un po’ di chicchi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi insoliti del limone