WWF, carbone: stop a nuove centrali in Italia

WWF, carbone: stop a nuove centrali in Italia

Il WWF critico nei confronti del governo italiano: troppa accondiscendenza con le lobby del carbone regalerebbe un futuro "nero" al Paese.

Non c’è solo Greenpeace a battersi per l’uscita del carbone dal piano energetico italiano. Da sempre anche le altre grandi associazioni ambientaliste, pur con mezzi mediatici meno spettacolari, fanno pressione su istituzioni ed opinione pubblica perché qualcosa cambi.

Tra di esse, una delle più agguerrite è senz’altro il WWF, che nota come la scorsa settimana il nostro Paese abbia fatto di botto notevoli passi indietro sull’argomento:

La visione di Governo e Ministero dell’Ambiente del nostro futuro energetico italiano è ancora ‘nera come il carbone’. Nell’arco di poche ore l’Italia ha incassato la sentenza del Consiglio di Stato che riapre i giochi per la riconversione a carbone della centrale termoelettrica di Porto Tolle, in provincia di Rovigo; il via libera da parte del Governo alla Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) per la costruzione di una nuova centrale a carbone a Saline Joniche, sulle coste di Reggio Calabria; oltre che un segnale di cedimento da parte del Ministero dell’Ambiente alle pressioni dei petrolieri sulle trivellazioni con la possibile riduzione del limite di 12 miglia dalle aree marine protette.

Un affondo durissimo, che prende di petto le istituzioni inchiodandole, se vogliamo, alle loro responsabilità. Il governo sarebbe fin troppo accondiscendente con le lobby del carbone, nonostante a parole si sia detto più volte a favore di politiche più razionali e più orientate verso una riduzione della produzione di CO2. Ed il WWF, in questo senso, lancia il suo guanto di sfida:

Le istituzioni, la lobby del carbone e le società coinvolte nel progetto sappiano una cosa: il WWF continuerà insieme con le altre associazioni ambientaliste a impugnare queste decisioni anti-storiche e ancorate al passato in ogni sede.

Per chi fosse interessato, l’organizzazione ha organizzato una petizione online contro le centrali a carbone in Italia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La via della leggerezza: intervista a Franco Berrino e Daniel Lumera