• GreenStyle
  • Energia
  • Volkswagen chiude due centrali a carbone per ridurre l’impatto ambientale

Volkswagen chiude due centrali a carbone per ridurre l’impatto ambientale

Volkswagen chiude due centrali a carbone per ridurre l’impatto ambientale

Fonte immagine: Volkswagen

Volkswagen converte due centrali a carbone in alimentazione a gas, riducendo l'impatto ambientale attraverso il taglio del 60% alle emissioni di CO2.

Volkswagen chiuderà due centrali a carbone per ridurre il proprio impatto ambientale. Ad annunciarlo è lo stesso colosso di Wolfsburg, che pubblica la notizia attraverso il profilo LinkedIn di Herbert Diess, VW Group Chair. Gli impianti hanno finora alimentato proprio le strutture situate nella città della Bassa Sassonia.

Non si tratterà però di un vero e proprio passaggio alle fonti rinnovabili, ammette lo stesso Diess, ma a un sistema alimentato a gas. Malgrado ciò permetterà di tagliare, spiega il VW Group Chair, di ridurre del 60% le emissioni di CO2 da parte dei due impianti. Secondo Volkswagen si tratterà di una riduzione equivalente all’anidride carbonica emessa da 870mila vetture.

VW ha affermato inoltre di aver rifiutato offerte di acquisto per le centrali, volendo così evitare che fossero ricostruite altrove. Lo stesso Herbert Diess si è detto però deluso dall’atteggiamento della Germania, che mentre Volkswagen investe 400 milioni di euro per uscire dal carbone ne spende 1,5 miliardi per realizzare nuove centrali a carbone a circa 330 chilometri di distanza:

Se la Germania non compie progressi nell’uscita dal carbone, noi non possiamo aspettarci che gli altri decidano di farlo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

MCE 2018: intervista a Gaetano Parisi – Mitsubishi Electric