• GreenStyle
  • Salute
  • Vitamina D contro il Coronavirus, studiosi italiani confermano

Vitamina D contro il Coronavirus, studiosi italiani confermano

Vitamina D contro il Coronavirus, studiosi italiani confermano

La vitamina D può aiutare a prevenire il Coronavirus e a ridurre l'eventuale aggravarsi dei sintomi, a confermarlo una pubblicazione italiana.

La vitamina D può aiutare a prevenire il contagio da Coronavirus. Già a fine marzo alcuni ricercatori italiani dell’Università di Torino e dell’Accademia di Medicina avevano sostenuto che il complesso vitaminico fosse d’aiuto contro il Covid-19. Ora gli stessi autori pubblicheranno sulla rivista “Aging in Clinical and Experimental Research” un testo intitolato “Associations between hypovitaminosis D and COVID-19: a narrative review“.

Nodo centrale della pubblicazione il fatto che un’eventuale carenza di vitamina D possa condurre a maggiori probabilità di contrarre il Coronavirus. Condizioni di ipovitaminosi D sarebbero associate anche allo sviluppo di sintomi più gravi e a un maggiore rischio di complicazioni.

Gli stessi ricercatori italiani hanno sottolineato come le attuali prove a supporto di un legame diretto tra complesso vitaminico e Covid-19 non siano conclusive. Tuttavia la corrispondenza dei dati di diversi studi induce a pensare che la prevenzione dell’ipovitaminosi D possa ridurre il rischio di complicazioni se non di contagio.

Non il ricorso alla vitamina D come trattamento terapeutico, ma la soddisfazione del fabbisogno raccomandato quale condizione per affrontare al meglio il rischio contagio. Secondo gli studiosi italiani soddisfare tali obiettivi nutrizionali potrebbe ridurre il numero di pazienti destinati ai reparti di terapia intensiva.

Salmone vitamina D
Fonte: Foto di congerdesign da Pixabay

Alimenti ricchi di vitamina D

Il salmone è uno tra gli alimenti più consigliati per soddisfare il fabbisogno di questa vitamina. Allo stesso modo vengono indicati come utili anche altri pesci “grassi” come sgombri, sardine, aringhe e merluzzo. Possono contenere buoni livelli di questo complesso vitaminico anche le uova, latte e latticini, ma anche diverse verdure a foglia verde.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: lezione 2 con Giacomo Caldarigi