• GreenStyle
  • Salute
  • Vitamina D contro il Coronavirus, studio australiano conferma

Vitamina D contro il Coronavirus, studio australiano conferma

Vitamina D contro il Coronavirus, studio australiano conferma

Fonte immagine: Foto di Pexels da Pixabay

Secondo una ricercatrice australiana evitare una carenza di vitamina D riduce il rischio di contagio da Coronavirus e aiuta a evitare i sintomi più gravi.

La vitamina D può ridurre il rischio di contagio e di complicanze per quanto riguarda il Coronavirus. Secondo la Dott.ssa Rachel Neale, ricercatrice esperta di tumori della pelle, bastano dieci minuti al giorno di esposizione al sole per ottenere una quantitativo di vitamina tale da affrontare meglio sia l’aggressione virale iniziale che l’evoluzione stessa della patologia. Al contrario, chi ha carenza di questo complesso vitaminico corre rischi maggiori rispetto a chi presenta valori nella norma.

La stessa Dott.ssa Neale ha condotto lo scorso anno, su circa 78mila volontari, uno studio sugli effetti della carenza di vitamina D nei pazienti affetti da patologie respiratorie acute. Chi mostra stati carenziali non soltanto risulterebbe più a rischio di aggravamento, ma anche di una maggiore durata della malattia stessa. Ha dichiarato la ricercatrice, in relazione ai possibili effetti sull’infezione da Coronavirus:

Adesso, meno che mai, non è il momento di avere una carenza di vitamina D. Avrebbe senso se l’essere carenti di vitamina D incrementi il rischio di Covid-19 sintomatico e potenziali di manifestarne i sintomi più gravi. Questo perché la vitamina D sembra avere effetti importanti sul sistema immunitario.

Secondo la Dott.ssa Neale è raccomandato un minimo di 10 minuti al sole, variabile a seconda del clima locale. In caso di impossibilità di uscire per tale pratica è raccomandata l’assunzione di integratori vitaminici per evitare possibili stati carenziali.

Fonte: Daily Mail

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: lezione 2 con Giacomo Caldarigi