• GreenStyle
  • Consumi
  • Viaggiare gratis in Europa con il treno: l’iniziativa DiscoverEU

Viaggiare gratis in Europa con il treno: l’iniziativa DiscoverEU

Viaggiare gratis in Europa con il treno: l’iniziativa DiscoverEU

Fonte immagine: iStock

Ventimila biglietti gratuiti per viaggiare in Europa: ecco chi può partecipare e come candidarsi, c’è tempo fino al 16 maggio.

Il treno va molto di moda, ultimamente. Una prova ne è il lungo viaggio intrapreso dalla sedicenne attivista svedese Greta Thunberg il mese scorso, quando da Stoccolma ha girato l’Europa con tappe a Strasburgo, Roma e Londra per animare le manifestazioni a salvaguardia del pianeta. Tutto sui binari, in diversi giorni, ma inquinando meno. Non siamo tutti Greta, ovviamente, e l’aereo rimane un’opzione rapida e soprattutto inevitabile. Ma l’importante è avere consapevolezza che un altro modo di viaggiare è possibile, anche sulle medie-lunghe distanze. Certo magari non per un impegno di lavoro ma magari per una vacanza.

La pensa così l’Unione Europea che già dallo scorso anno, col programma “DiscoverEU”, distribuisce biglietti Interrail ai diciottenni che vogliano scoprire il Vecchio continente a ritmi “slow”. Per la seconda edizione dell’iniziativa, per la quale occorre candidarsi entro il prossimo 16 maggio su questo sito, Bruxelles ha messo sul piatto 20mila pass gratuiti. Daranno la possibilità di viaggiare sulla rete ferroviaria continentale da soli o in gruppi di massimo cinque persone nel periodo compreso fra il primo agosto e il 31 gennaio 2020. Ovviamente l’iniziativa è rivolta anche a chi abbia disabilità o altri problemi di salute. L’Ue assicura infatti “condizioni speciali per consentire di partecipare a DiscoverEU”.

Per candidarsi basta rispondere a un semplice quiz e a una domanda di spareggio. Per i diciottenni italiani i pass a disposizione – la distribuzione è calcolata in base a popolazione e suddivisione per fasce anagrafiche – sono 2.361. L’anno scorso “DiscoverEU” è stato un successo: hanno viaggiato gratis sui convogli d’Europa ben 30mila ragazze e ragazzi (che ovviamente non potranno partecipare alla seconda tornata). Tanto che arriverà un terzo round in edizione autunnale. Lo scopo, specialmente in tempi di crisi identitaria ed elezioni europee alle porte, è quello di “sviluppare l’identità europea, rafforzare i valori europei comuni e promuovere la scoperta di siti e culture nel continente”. Ma anche di puntare su un mezzo poco inquinante in grado di condurre i viaggiatori verso mete meno note.

Non mancherà ovviamente l’invito a condividere sui social network i frammenti delle proprie esperienze (tanto in Europa non ci sono più costi di roaming telefonico, si naviga come a casa) usando l’hashtag #DiscoverEU. L’Ue chiederà ai partecipanti un resoconto dell’avventura sui binari: i selezionati diventeranno veri e propri “ambasciatori” di DiscoverEU, magari organizzando un intervento nella loro scuola o nel loro comune. C’è anche un gruppo Facebook dedicato e un concorso con bei premi in palio per le migliori foto o video realizzati nel corso della vacanza.

Requisiti: per partecipare bisogna essere nati fra il 2 luglio 2000 e il primo luglio 2001 inclusi, essere ovviamente cittadini europei, avere a disposizione passaporto o carta d’identità e presentare un piano di viaggio, insomma un itinerario. Non solo: il viaggio deve iniziare in un Paese membro dell’Ue, durare da uno a 30 giorni e – ma pare scontato – includere almeno un Paese straniero. Uscire dai soliti percorsi può essere un vantaggio per essere selezionati. Per chi vive isolato, su isole o in zone remote, potranno esserci eccezioni che prevedano un primo passo del viaggio in aereo. Tutti in carrozza.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Turismo, nel Sahara in bicicletta