• GreenStyle
  • Salute
  • Viaggi in auto: pericoli respiratori con i finestrini aperti

Viaggi in auto: pericoli respiratori con i finestrini aperti

Viaggi in auto: pericoli respiratori con i finestrini aperti

Fonte immagine: Pexels

I viaggi in auto potrebbero risultare pericolosi e nemici della salute respiratoria, soprattutto se si mantengono i finestrini aperti: un nuovo studio.

I viaggi in auto potrebbero risultare poco salutari, soprattutto per coloro che hanno l’abitudine di mantenere i finestrini aperti. È quanto dimostra un nuovo studio realizzato dall’Università del Surrey, pronto a confermare come gli automobilisti e i passeggeri siano esposti a elevati livelli di smog e inquinanti. Sostanze chimiche che, a lungo andare, potrebbero portare anche a problematiche di tipo respiratorio.

Pubblicato sulla rivista scientifica Science of the Total Environment, lo studio ha analizzato i livelli di esposizione degli automobilisti all’aria inquinata. In particolare, sono state prese in considerazione alcune delle città più trafficate al mondo. Tra queste Dhaka in Bangladesh, Chennai in India, Guangzhou in Cina, Medellin in Colombia, San Paolo in Brasile, Il Cairo in Egitto, Sulaymaniyah in Iraq, Addis Abeba in Etiopia, Blantyre in Malawi e Dar-es-Salaam in Tanzania.

Viaggi e salute: i dati

Gli esperti hanno raccolto i dati relativi ai PM 2.5 e i PM10 all’interno dei veicoli, sia durante le ore di punta del traffico che in momenti più calmi della giornata. Dall’analisi è emerso che mantenere il finestrino aperto rappresenti la situazione di massimo rischio, mentre l’utilizzo di sistemi di condizionamento o di ricircolo dell’aria porta alla riduzione tra il 40 e il 91% degli inquinanti a cui si è esposti durante il viaggio.

Gli studiosi hanno sottolineato come il problema sia più evidente proprio in quelle nazioni dove, oltre all’elevato tasso, si registra un alto numero di automobilisti a basso reddito. Per la gran parte della popolazione in questi Paesi, infatti, acquistare una vettura dotata di condizionatore o filtri per l’aria è impossibile. Perlopiù, i cittadini ricorrono all’usato oppure ad automobili di vecchissima immatricolazione, privi di molti comfort moderni.

Per questa ragione, è importante che i governi investano sia su incentivi per l’acquisto di auto più sicure, ma anche e soprattutto sulla riduzione dei veicoli inquinanti per strada, con piani strategici di mobilità sostenibile, viaggi in auto condivisi e trasporto pubblico.

Fonte: Hindustan Times

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi che rafforzano il sistema immunitario