• GreenStyle
  • Attualità
  • Verona: scoperti rifiuti pericolosi nelle coltivazioni di frutta, ortaggi e cereali

Verona: scoperti rifiuti pericolosi nelle coltivazioni di frutta, ortaggi e cereali

Verona: scoperti rifiuti pericolosi nelle coltivazioni di frutta, ortaggi e cereali

Fonte immagine: Istock

Scandalo a Verona dove rifiuti sono stati trovati interrati sotto le coltivazioni di frutta, ortaggi o cereali destinate all’alimentazione umana e animale.

A Zevio, Minerbe, Bevilacqua e a Boschi Sant’Anna, quattro comuni della pianura veronese sono stati trovati dei rifiuti ad alto potenziale di pericolo nelle coltivazioni di frutta ortaggi e cereali: in ballo ci sarebbero anche le falde acquifere. I rifiuti verrebbero da residui di oli esausti a materiale edilizio, da contenitori di fitofarmaci a pneumatici.

Verona: scoperti rifiuti pericolosi

Verona: scoperti rifiuti pericolosi

Si tratta nello specifico di oltre cinquemila metri quadrati di terreno, che sono ora sotto sequestro per degli accertamenti. Decine e decine di metri cubi di spazzatura tra teli di nylon usati per le coltivazioni, tubi di plastica, fitofarmaci, rottami metallici, olii esausti, lastre in cemento, elettrodomestici interrato da un metro, fino a sei. Una drammatica scoperta che potrebbe portare delle conseguenze davvero importanti sia per gli abitanti che per gli animali. I rifiuti hanno raggiunto l’acqua. I siti interessati dai rifiuti sono otto in tutto: quattro a Zevio, due a Minerbe, uno a Bevilacqua e uno a Boschi Sant’Anna, appartenenti a un unico proprietario indagato di smaltimento illecito di rifiuti pericolosi che dovrà rispondere alle forze dell’ordine per la sua condotta criminosa.

 

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Spreco di cibo: i numeri in Italia (video)

Ti potrebbe interessare

Le bambine sviluppano troppo presto a causa del bisfenolo nella plastica
Inquinamento Ambientale

Linda Birnbaum, tossicologa ed ex direttrice dell’Istituto di salute ambientale americano durante un’intervista a Lavanguardia, ha raccontato le sue preoccupazioni in merito alla plastica e ha esposto i risultati delle sue ricerche scientifiche: sono sconvolgenti. Dopo aver condotto studi su gruppi di oltre 70.000 persone, sappiamo che sono stati associati a rischio di cancro, effetti sul nostro […]