Vasi fai da te: 4 modi per crearne uno col riciclo creativo

Vasi fai da te: 4 modi per crearne uno col riciclo creativo

Fonte immagine: Pexels

I vasi fai da te possono essere facilmente creati a partire da materiali recuperati: ecco quattro idee di riciclo creativo.

I vasi rappresentano da sempre lo strumento indispensabile per gli appassionati di giardinaggio: si tratti di un balcone fiorito, oppure di un piccolo orto da terrazzo, servono dei contenitori per raccogliere il terriccio che ospiterà le pianticelle. Ma è possibile realizzarli in modo autonomo, magari approfittando del riciclo creativo?

Sono moltissime le idee che possono essere messe in pratica per realizzare dei deliziosi vasi fai da te. Di seguito qualche consiglio, con quattro idee utili per recuperare alcuni dei materiali più frequentemente disponibili all’interno delle abitazioni.

Vasi dalle pentole

Pentola e fiori

Il modo più semplice per realizzare dei simpatici e capienti vasi è quello di recuperare delle vecchie pentole. Tutti in casa dispongono di almeno un esemplare ormai non più utile in cucina, poiché ormai vecchio oppure non più funzionale per il distacco dei manici. Con un po’ d’impegno, tutte le padelle si possono recuperare per ottenere delle bellissime fioriere.

Sia le pentole in acciaio che quelle in alluminio possono essere recuperate per trasformarle in vasi da coltivazione, tuttavia è necessario vagliarne la malleabilità. Sul fondo andrà infatti praticato un foro per il deflusso dell’acqua, da realizzare con il trapano e le apposite punte per metallo. Più alto è il fondo, più complicata – e anche pericolosa – sarà l’operazione.

Una volta praticato il foro, si può dipingere la superficie esterna seguendo la propria fantasia. Basta scegliere vernici adatte al metallo e decidere se si gradisce una tinta unica, un gioco geometrico oppure figure e decorazioni di vario genere. Per dipingere le pentole si può anche approfittare facilmente della tecnica dello stencil.

Rocce e cemento

Cemento e fiori

Anche rocce e cemento si prestano facilmente all’uso come vasi, grazie anche alle loro originali forme. Anche in questo caso sarà necessario praticare un foro per garantire il deflusso dell’acqua: operazione mediamente semplice per un classico mattone in cemento, complicata o addirittura impossibile per le pietre.

Ottenuto il foro, il vaso potrebbe essere già pronto per essere utilizzato. L’irregolarità delle rocce, o il classico grigio del cemento, possono già rappresentare un elemento decorativo da giardino senza bisogno di altri interventi. Se lo si desidera, tuttavia, si possono utilizzare le comuni vernici da parete, che ben si adattano alla superficie porosa di questi oggetti.

Riciclo della plastica

Bottiglia decorata

La plastica rappresenta di certo il rifiuto maggiormente disponibile all’interno delle abitazioni: confezioni di alimenti, bottiglie e contenitori di varie dimensioni abbondano in ogni angolo della casa. Questo materiale è però altamente inquinante, quindi tutti i progetti di riciclo creativo sono certamente consigliati per rispettare l’ambiente.

Fortunatamente la plastica è molto semplice da lavorare, quindi potrà essere tagliata nella forma preferita approfittando di un taglierino e particolarmente agevole sarà la possibilità di praticare un foro di deflusso. Ad esempio, le piccole bottigliette d’acqua da 500 ml possono essere tagliate a metà, per realizzare dei vasetti da tenere in cucina: verranno utilizzati per coltivare le più comuni piante aromatiche.

Barattoli di vetro

Vasetti e fiori

Anche i barattoli in vetro possono essere impiegati come eleganti soluzioni per la crescita di piante, ortaggi e fiori. A differenza delle alternative elencate nei precedenti paragrafi, però, non si prestano alla creazione di fori per il deflusso dell’acqua. Qualsiasi operazione con il trapano sulla superficie di questi oggetti, infatti, ne causerebbe la rottura.

L’impossibilità di far defluire i liquidi rende i vasetti in vetro indicati solo per quelle varietà di pianta che non soffrono un’umidità eccessiva, né rischiano di vedere le radici marcire per l’eccessivo contatto con l’acqua.

Per la decorazione, è sufficiente scegliere tempere per vetro o ceramica, nonché affidarsi alla propria fantasia. Ancora, il vetro ben si presta sia all’uso di stencil che a opere di decoupage.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle