Un serpente nell’armadio

Un serpente nell’armadio

Una mamma australiana trova 7 pericolosi serpenti nell'armadio del figlio piccolo: pare che il bimbo ne avesse raccolto le uova qualche settimana prima.

Cosa fareste se aprendo l’armadio vi trovaste di fronte a un groviglio di serpenti? Sembra una storia da film horror e, invece, è quello che è successo a una mamma australiana, Donna Sim, nel tentativo di rassettare la cameretta del suo bimbo di soli tre anni.

È stato un bello shock per Donna, mamma di Kyle, trovarsi di fronte a ben 7 serpenti stipati in un guardaroba. Diretta verso l’armadio per prendere alcuni abiti, aperta l’anta l’insolita sorpresa: un nugolo di marroni vipere particolarmente pericolose e ovviamente affamate, della famiglia del serpente bruno orientale, il secondo più velenoso dell’intero globo. Ma come vi sono finite all’interno del mobile?

Dall’Australia arrivano sempre notizie curiose sugli animali, dai ragni giganti al canguro boxer, ma dei serpenti in grado di entrare indisturbati in un armadio non se n’era mai fatta menzione. A quanto pare, però, vi sarebbe una spiegazione più che logica al tutto. Passata la paura, infatti, Donna si è ricordata di come il figlio avesse raccolto delle strane uova in giardino, per poi chiuderle in un contenitore. Convinta che il bimbo se ne fosse sbarazzato, in realtà Donna ha scoperto a sue spese come Kyle avesse semplicemente nascosto il suo singolare trofeo nel guardaroba. E se non vi fosse stato l’intervento tempestivo della mamma, non sarebbe qui a raccontarlo.

Gli esperti confermano come questa specie di serpente sia particolarmente aggressiva: un esemplare adulto, ad esempio, avrebbe potuto facilmente scappare da questa prigione improvvisata, magari ferendo qualcuno sul suo percorso. Pare, però, che gli esemplari fossero nati da poche settimane e quindi privi delle loro normali difese contro i pericoli esterni. Nessuna delle vipere è infatti riuscita a distruggere il contenitore dove il bimbo aveva nascosto le uova, anche se ci si chiede come la madre possa non essersene accorta prima.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il pappagallo che abbaia!