Un robot serpente contro gli incendi: Anna Konda

Un robot serpente contro gli incendi: Anna Konda

Il nome sembra uscito da una di quelle barzellette sui nomi giapponesi: Anna Konda. Eppure si tratta di un robot sviluppato dalla SINTEF (Scientific and Industrial Research) come aiuto per spegnere gli incendi boschivi. Com’è noto un incendio, oltre al grave danno di un bosco distrutto, genera nell’atmosfera, per ogni ettaro dato alle fiamme, dalle […]

Il nome sembra uscito da una di quelle barzellette sui nomi giapponesi: Anna Konda. Eppure si tratta di un robot sviluppato dalla SINTEF (Scientific and Industrial Research) come aiuto per spegnere gli incendi boschivi.

Com’è noto un incendio, oltre al grave danno di un bosco distrutto, genera nell’atmosfera, per ogni ettaro dato alle fiamme, dalle 50 alle 100 tonnellate di CO2. Ecco perché nasce Anna Konda, un robot a forma di serpente alimentato grazie a cilindri idraulici, quindi più “green” di così non si può.

Questo serpentone è lungo 3 metri e pesa 75 Kg, è internamente ricoperto da piastre con montati, appena sotto, dei sensori di contatto in modo che possa superare agevolmente gli ostacoli, aggirandosi come un vero serpente.

Anna Konda ha uno scheletro d’acciaio resistente anche alla forza idraulica che lo fa muovere, in ogni segmento sono presenti dei microcontrollori che comunicano tra loro e con un “cervello principale”, il quale, a sua volta, comunica attraverso Bluetooth con un operatore esterno in grado di manovrarlo.

I giunti interni di Anna Konda, che sono in grado di resistere a una pressione di 100 bar, si spostano, grazie ai 20 cilindri idraulici controllati a loro volta da valvole idrauliche, due per ogni segmento.

Questo complesso meccanismo permette ad Anna Konda di muoversi e spruzzare acqua, in modo da spegnere un possibile incendio da posti inaccessibili per i vigili del fuoco.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uber JUMP: come noleggiare le biciclette elettriche