• GreenStyle
  • Consumi
  • Un reattore nucleare nella cucina di casa, arrestato giovane svedese

Un reattore nucleare nella cucina di casa, arrestato giovane svedese

Un reattore nucleare nella cucina di casa, arrestato giovane svedese

Il 31enne Richard Handl aveva tentato di costruire una piccola centrale atomica nella sua cucina, raccontando in un blog tutte le fasi del suo esperimento

Ha cercato di assemblare un reattore nucleare in miniatura nella cucina della propria abitazione. Per questo il 31enne svedese Richard Handl è stato arrestato dalla polizia, a cui non è bastato che l’uomo giurasse di avere intenzioni del tutto pacifiche, e di aver tentato l’esperimento solo per “amore della scienza”:

Il giovane scandinavo, residente nella cittadina di Ängelholm, è stato rilasciato dopo qualche ora, ma è improbabile che decida di tornare ai suoi esperimenti ai fornelli. Sul suo blog, infatti, Handl ha annunciato di aver annullato il suo progetto perché è ancora sotto accusa per reati contro la legge svedese in materia di sicurezza.

A chiedere l’arresto dell’uomo era stata la Swedish Radiation Safety Authority, che aveva trovato del materiale radioattivo nell’appartamento di Handl. Immediato l’intervento della polizia, che, come racconta lo stesso “aspirante scienziato” ha poi controllato con un contatore Geiger i livelli di radioattività sul corpo e nella casa dell’uomo.

Sul sito personale del bizzarro svedese (Richard’s Reactor) sono riportate tutte le fasi del suo progetto di centrale atomica fai da te, con tatto di dettagliato corredo fotografico. E a giudicare dall’elenco di link ad articoli internazionali che riportano le sue “gesta”, c’è da chiedersi se, più che per amore della scienza, Richard Handl non abbia agito per ottenere una facile popolarità planetaria. Il caldo gioca davvero brutti scherzi, anche in Svezia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista a Davide Mercati – Aboca