Un cane su tre mal accudito in appartamento

Un cane su tre mal accudito in appartamento

Cani in appartamento: AIDAA segnala situazioni di notevole disagio, come spazi troppo piccoli, permanenza in balcone e passeggiate non sufficienti.

Si è spesso parlato della difficoltà di conciliare la vita in appartamento con le esigenze di un cane, un trade off spesso difficile per la vita moderna. E così si arriva sempre al compromesso, con Fido che rinuncia a parte dei suoi spazi pur di godere dell’amore dei suoi premurosi proprietari. Una recente inchiesta AIDAA, l’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente, svela però come siano in molti i cani a soffrire in casa, perché accuditi in pessime condizioni.

Nonostante la recente normativa che, pur abbattendo i divieti all’accudimento di un cane in condominio, ne inasprisce le sanzioni nei confronti dei proprietari, sono ancora tantissimi gli animali in situazioni di disagio. Secondo l’associazione, su 7 milioni di cani d’appartamento almeno un terzo vivrebbe in condizioni non consone, tra spazi troppo ristretti e solitudine.

>>Scopri l’ex divieto ai cani in condominio

Sarebbero 2.883 le segnalazioni del 2012 di cani tenuti in locali troppo piccoli, molti dei quali abbandonati sui balconi senza acqua né cibo per anche 12 ore consecutive. Una cattiva abitudine che è addirittura aumentata rispetto al passato: nel 2011 i casi sono stati 2.209. Un fatto che è spesso scoperto dall’attenzione dei vicini, preoccupati per guaiti anomali o per un cucciolo che abbia incessantemente in cerca d’attenzione.

Oltre al maltrattamento pratico, vi sarebbero anche questioni di ordine psicologico. Depressione e solitudine sono le problematiche più frequenti, considerato come su 1.000 proprietari di cani ben 763 sono costretti a lasciare Fido da solo per più di 6 ore giornaliere, con conseguenti disagi sia per il cane che per i vicini di casa. Fra i lavoratori, inoltre, emerge come siano in pochi quelli che assicurano al loro amico a quattro zampe almeno tre passeggiate giornaliere: su 1.000 intervistati, 123 si adoperano in tre ripetizioni, 229 in due e i restanti una volta sola. E spesso si tratta di un giretto di meno di 20 minuti, giusto il tempo di permettere al cane di fare i suoi bisognini.

>>Scopri come gestire i cani in appartamento

Tra le città con maggiori segnalazioni di disagio canino, infine, si rilevano Roma, Palermo, Napoli, Bari, Milano e Reggio Emilia. Le più corrette nei confronti dell’animale sembrano essere invece Trieste, Genova e Torino.

Seguici anche sui canali social