• GreenStyle
  • Pets
  • Ucciso da un cacciatore Voortrekker, l’elefante simbolo della Namibia

Ucciso da un cacciatore Voortrekker, l’elefante simbolo della Namibia

Ucciso da un cacciatore Voortrekker, l’elefante simbolo della Namibia

Fonte immagine: Pixabay

È stato ucciso da un cacciatore di trofei statunitense l'elefante Voortrekker, uno dei simboli della Namibia: scatta la polemica sui social network.

Era considerato uno degli esemplari più belli dell’Africa, nonché un simbolo della Namibia: Voortrekker, uno splendido elefante, è stato ucciso da un cacciatore. È quanto riportano alcune fonti locali, poi confermate dall’Elephant-Human Relations Aid con un aggiornamento sulla piattaforma Facebook.

L’elefante sarebbe stato ucciso da un cosiddetto cacciatore di trofei: si tratta di turisti che, previo il pagamento di una licenza al governo centrale, conquistano il diritto di sparare a esemplari selvaggi, a volte anche di specie molto rare. Secondo quanto riporta Huffington Post, l’elefante Voortrekker sarebbe stato “acquistato” da un cacciatore statunitense, un uomo di Dallas pronto a sborsare 8.500 dollari per questo trofeo.

Un portavoce del ministero dell’ambiente locale, date le polemiche che sono scaturite dalla notizia, ha giustificato l’azione sottolineando come il pachiderma si fosse reso responsabile di episodi conflittuali con gli umani. Queste le parole di Romeo Muyanda per conto del governo locale:

È un peccato che sia stato ucciso, ma si trattava di un animale problematico che nella zona di Omatjete si era reso protagonista di episodi di conflitto con gli umani distruggendo case, infrastrutture idriche e uccidendo addirittura persone e bestiame.

Non è dello stesso avviso l’Elephant Human Relation Aid (EHRA), associazione che ha approfittato della piattaforma Facebook per esprimere il più completo disappunto alle dichiarazioni ministeriali:

Ogni membro dell’EHRA si sente devastato da questa notizia. Era un elefante incredibilmente gentile, sereno e magnifico. La sua presenza ha spesso calmato elefanti inesperti intorno a lui.

Sono molti i Paesi africani che permettono la caccia da trofeo: qualche mese fa, ad esempio, vi fu una fitta polemica sull’apertura di battute di caccia destinate ai turisti in Sudafrica, pronti a sopprimere leoni detenuti in gabbia. Sui social la notizia ha generato aspre critiche e polemiche, con la richiesta di un divieto internazionale a questo tipo di attività, considerata dannosa per la sopravvivenza di moltissime specie animali.

Fonte: Huffington Post

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Pellicce: l’appello di Diana Del Bufalo a non acquistarle