Turismo lento e responsabile in Irlanda: cosa fare

Turismo lento e responsabile in Irlanda: cosa fare

Fonte immagine: Pixabay

Una vacanza in Irlanda, nell'ottica slow, del relax e della lentezza è un'esperienza unica che merita di essere vissuta almeno una volta nella vita

L’Irlanda è un paese meraviglioso: natura, arte e cultura si fondono perfettamente in un mix unico. Spesso però, quando si va in vacanza veniamo presi dalla voglia di fare e vedere tutto il possibile e quindi, quello che dovrebbe essere un viaggio soft, può diventare una vera e propria “maratona”. Ci sono però dei modi per godersi in modo lento e rilassato un viaggio in Irlanda: delle tipologie di viaggio nell’ottica “slow” e sostenibile che vi faranno scoprire un nuovo lato di questo incredibile paese.

Tra le opzioni c’è sicuramente quella di una gita in barca nella regione dei laghi del Fermanagh. Salendo a bordo di una chiatta, tra le tante a disposizione per questo tipo di vacanza turistica, potrete scoprire fiumi, laghi e misteriose isole monastiche. Se preferite invece una passeggiata, più lenta e salutare potrete esplorare le Mourne Mountains nella contea di Down. Questi paesaggi hanno ispirato poeti, artisti e pittori, quindi anche voi potrete farvi incantare da questo spettacolo naturale.

Per chi invece preferisce una vacanza decisamente più serena, slow e tranquilla in Irlanda c’è Mulranny nella contea di Mayo. Votata come la migliore destinazione d’Irlanda pe il turismo responsabile potrete fare una serie di attività che vi faranno tornare indietro nel tempo: dall’andare a cavallo sulla spiaggia, passando alla raccolta e degustazione di alghe.

In ultimo, tra le tante esperienze rilassanti da fare e vivere in Irlanda, potrete immergervi completamente nella natura nella penisola di Sheep’s Head. Si tratta di un tratto di costa rimasto puro e naturale, incontaminato dove potrete passeggiare, respirando aria pura e facedo anche un po’ di shopping tra le boutique di artigianato locale.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Turismo, nel Sahara in bicicletta