Turista uccide e cucina polpo rarissimo

Turista uccide e cucina polpo rarissimo

Un turista statunitense cattura in Grecia un rarissimo polpo a sei tentacoli: anziché rilasciarlo in mare, lo uccide e lo cucina friggendolo sulla spiaggia.

Non sarà famoso come il polpo Paul, il veggente dei Mondiali di Calcio, ma era certamente più raro e prezioso. L’imperfetto non è qui usato a sproposito, perché dell’abitante dei mari rimane ora solo il ricordo: l’ottopode è stato infatti catturato, ucciso e cucinato da un turista del tutto ignaro della sua unicità.

>>Scopri il polpo mimetico che copia gli altri animali

Tutta colpa di un ingegnere meccanico statunitense in vacanza in Grecia, il quale ha incontrato il raro polpo durante una sessione di snorkeling. Raro perché l’animale in questione, anziché avere 8 tentacoli come tutti gli esemplari della sua specie, ne aveva solo sei. Anziché fotografarlo e lasciarlo libero di nuotare tra le acque azzurre del Mediterraneo orientale, l’uomo l’ha lanciato su una roccia per ucciderlo e quindi cucinarlo. Davanti al rifiuto dello chef dell’albergo in cui l’ingegnere ha soggiornato – probabilmente accortosi della stranezza dell’animale – il quarantanovenne ha deciso di far da sé e di friggerlo a bordo della spiaggia. Queste le reazioni, così come riporta l’Huffington Post:

Aveva il sapore di un qualsiasi polpo ma ora mi sento davvero in colpa. Quando l’abbiamo catturato, non c’era nulla potesse suggerirci l’animale fosse diverso o in pericolo. Abbiamo pensato fosse semplicemente nato con sei tentacoli. Ci rechiamo in Grecia ogni anno e ogni volta che catturiamo un polpo facciamo sempre la stessa cosa, quindi non ci abbiamo pensato.

Peccato, però, che l’esemplare catturato sia solamente il secondo degli esapodi, una varietà di polpi a sei tentacoli, che sia mai stato ripreso e fotografato nella recente storia umana. Matt Bentley, biologo marino della Newcastle University, cerca però di mitigare le acque agitate della polemica:

È rarissimo trovare un polpo di questo tipo. Vi è anche la possibilità si tratti di un esemplare che ha sviluppato un’anormalità nella fase di primo sviluppo. Ma non c’è niente che suggerisce si tratti di una specie differente. Un’altra spiegazione è che si sia ferito e che sia decisamente guarito nel tempo.

Seguici anche sui canali social