• GreenStyle
  • Salute
  • Tumori: il 35% dei casi è legato alla cattiva alimentazione

Tumori: il 35% dei casi è legato alla cattiva alimentazione

Tumori: il 35% dei casi è legato alla cattiva alimentazione

Secondo il presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori circa il 35% di questi potrebbe essere evitato seguendo un'alimentazione sana.

Circa il 35% dei tumori sono legati a una cattiva alimentazione. Questo è quanto dichiarato dall’oncologo Francesco Schittulli, presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, intervenuto durante il forum Politica Presse. Secondo l’esperto il legame tra cibo e formazioni tumorali andrebbe oltre le patologie strettamente connesse all’apparato digerente.

Oltre tre tumori su dieci potrebbero quindi essere evitati seguendo un’alimentazione sana, ha spiegato Schittulli. Tutti i tipi di cancro sono in qualche modo influenzati da una cattiva dieta, che dovrebbe essere corretta quanto prima. Questa la chiave per migliorare il proprio stile di vita a tavola, ha dichiarato l’esperto:

Bisogna adeguarsi a una alimentazione ricca di frutta, di verdura, quindi di fibre, di legumi. Cercare di evitare i grassi. Molta attività fisica: ginnastica, palestra, scuole di ballo, nuoto, bicicletta… e poi di alzarsi da tavola sempre con un po’ di appetito.

Secondo un recente rapporto presentato dal Barcelona Institute for Global Health un caso su venti di tumore alla vescica avrebbe come fattore scatenante dei contaminanti presenti nell’acqua di rubinetto, solitamente utilizzati per la disinfezione delle risorse idriche.

Fonte: La Presse

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Spreco di cibo: i numeri in Italia (video)