• GreenStyle
  • Salute
  • Tumori: 40% evitabile con stile di vita sano, lo studio piemontese

Tumori: 40% evitabile con stile di vita sano, lo studio piemontese

Tumori: 40% evitabile con stile di vita sano, lo studio piemontese

Il 40% dei tumori è evitabile conducendo uno stile di vita sano, a sostenerlo una ricerca condotta nella Regione Piemonte.

Il 40% dei tumori sono evitabili scegliendo uno stile di vita sano. A sostenerlo una ricerca piemontese, Regione in cui i casi di cancro sono aumentati del 9,8% negli ultimi tre anni. Le formazioni tumorali più diffuse sono quelle al colon-retto (4.350 casi), al seno (4.200) e ai polmoni (3.500), con 30.900 nuove diagnosi solo nel 2017 (16.200 uomini e 14.700 donne).

I risultati sull’incidenza dei tumori nella popolazione piemontese sono stati presentati a Torino, presso l’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte, all’interno del volume “I numeri del cancro in Italia 2017”. Il documento è stato realizzato dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), dall’Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM) e dalla Fondazione AIOM. Come ha sottolineato Giorgio Scagliotti, direttore Oncologia Medica presso l’Università di Torino:

I nuovi dati confermano la riduzione della mortalità nei due sessi per il complesso dei tumori e per molte neoplasie a più elevato impatto. Quello che veniva un tempo considerato un male incurabile è divenuto in moltissimi casi una patologia da cui si può guarire o con cui si può convivere a lungo con una buona qualità di vita.

Oggi abbiamo a disposizione armi efficaci per combattere il cancro, come l’immuno-oncologia e le terapie target che si aggiungono a chemioterapia, chirurgia e radioterapia. Tutto questo, unito alle campagne di prevenzione promosse con forza anche dall’AIOM, si traduce nel costante incremento dei cittadini vivi dopo la diagnosi, che nella nostra Regione sono più di 274.100.

Forte preoccupazione deriva dall’incremento (+36%) dei casi di tumori polmonari nelle donne. Come ha dichiarato Silvia Novello, membro del Direttivo Nazionale AIOM, Ordinario di Oncologia Medica all’Università di Torino e responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale di Oncologia Toracica del San Luigi di Orbassano:

Il vizio del fumo è sempre più femminile e le conseguenze negative sono evidenti, come dimostrano i numeri. Per questo è fondamentale promuovere campagne di prevenzione a 360 gradi rivolte a tutte le fasce della popolazione: no al fumo, attività fisica costante e dieta corretta.

Il 40% del totale casi, 12.360 in Piemonte solo nel 2017, potrebbe essere evitato seguendo uno stile di vita sano. È scientificamente provato che il cancro è la patologia cronica che risente più fortemente delle misure di prevenzione.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social