Trump vuole armi nucleari contro gli uragani

Trump vuole armi nucleari contro gli uragani

Fonte immagine: Unsplash

Donald Trump vorrebbe bombardare gli uragani con delle armi nucleari: fra gli scienziati, però, vi è un grande scetticismo.

Donald Trump vorrebbe sviluppare delle armi nucleari per combattere gli uragani, al fine di proteggere il territorio degli Stati Uniti da catastrofi naturali. È questa l’indiscrezione che proviene dalla testata Axios, pronta a rivelare delle conversazioni private del Presidente USA con alcuni esperti di sicurezza nazionale della sua amministrazione. Ma gli scienziati si rivelano scettici su una simile ipotesi, per non dire del tutto increduli.

I funzionari delle istituzioni non hanno voluto commentare le indiscrezioni pubblicate dal sito a stelle e strisce, sottolineando come l’amministrazione non sia solita rivelare i dettagli degli incontri privati che Trump intrattiene con i suoi partner. E lo stesso Trump nega, con un intervento su Twitter. Eppure le parole attribuite al Presidente hanno già accesso la polemica, tanto da divenire argomento di forte discussione sui social network: in molti si domandano perché il Presidente sia tanto preoccupato dagli uragani, data la sua politica lontana dall’affrontare i cambiamenti climatici, questi ultimi fra le cause principali dell’aumento di fenomeni atmosferici tanto pericolosi.

Stando a quanto rivelato, Trump avrebbe proposto di colpire gli uragani – un problema ciclico per le coste statunitensi che si affacciano sull’Atlantico – con delle armi nucleari. “Perché non li bombardiamo?”, avrebbe riferito l’inquilino della Casa Bianca, così come riporta una breve trascrizione pubblicata da Repubblica.

Non è la prima volta che l’amministrazione Trump propone il bombardamento nucleare di cicloni e uragani: così come riportano fonti internazionali, la questione sarebbe già emersa un paio di volte, nel 2016 poco dopo l’elezione del tycoon e l’anno successivo. E la tematica non è estranea alla scienza, considerando come simili idee siano state già vagliate negli anni ’50, senza però portare a effettive sperimentazioni. I dubbi sono infatti molti: oltre alla reale possibilità di fermare un uragano tramite bombardamento, le conseguenze a lungo termine per il Pianeta potrebbero essere molto importanti, in termini di equilibrio e protezione della biodiversità delle aree eventualmente investite da radiazioni.

Fonte: Repubblica

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra