• GreenStyle
  • Energia
  • Trivellazioni off shore: Trump alleggerisce i vincoli voluti da Obama

Trivellazioni off shore: Trump alleggerisce i vincoli voluti da Obama

Trivellazioni off shore: Trump alleggerisce i vincoli voluti da Obama

Fonte immagine: Pixabay

L’amministrazione Trump scegliere di abbattere i paletti messi da Obama e apre nuovamente alle trivellazioni per le società petolifere.

Una nuova proposta dell’amministrazione Trump ha deciso di rivedere i vincoli alle trivellazioni voluti da Obama dopo il disastro petrolifero del BP Deepwater Horizon del 2010. Il presidente Trump ha voluto concedere nuovamente alcune libertà, restituendo alle compagnie petrolifere la possibilità di gestire autonomamente i controlli sulle operazioni di trivellazione o di assegnarli a società terze.

La revoca riguarderà quindi le società terze che potranno essere autorizzate anche dalla compagnia petrolifera e non esclusivamente dall’agenzia statale. Christine Todd Whitman, ex Governatore del New Jersey e amministrazione dell’agenzia ambientale USA, commenta:

La proposta Trump rimuove il monitoraggio in tempo reale, le verifiche da parte di società autonome ed essenzialmente rende i controlli sulle attrezzature e gli equipaggiamenti una formalità su base volontaria

Oltre all’autocontrollo la nuova regolamentazione include minori vincoli per testare e implementare soluzioni tecnologiche per limitare le perdite funzionali nell’attività di trivellazione e per evitare che gravi problemi portino allo sversamento di gas e liquami. Secondo le compagnie petrolifere queste modiche comporterebbero la riduzione di appena l’1% i rischi legati all’attività di trivellazione e allo stesso tempo abbatterebbero moltissimo i costi di gestione.

Alcune associazione ambientaliste, soprattutto di tutela del mare, sono già sul piede di guerra poiché un enorme beneficio potenzialmente per l’ambiente viene cancellato in nome dell’economia di un settore come quello petrolifero.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Giornata Mondiale del Vento 2018: intervista a Simone Togni – ANEV