• GreenStyle
  • Auto
  • Trasformare qualsiasi auto in un’ibrida: arriva il kit fai da te

Trasformare qualsiasi auto in un’ibrida: arriva il kit fai da te

Trasformare qualsiasi auto in un’ibrida: arriva il kit fai da te

Arriva dagli USA un kit di conversione in grado di trasformare in ibrida qualunque vettura e benzina o diesel. Il costo sarebbe sui 3.000 euro.

Guidare un’auto ibrida è per molti quasi un lusso visti i prezzi di questo tipo di vetture, a maggior ragione in tempi di crisi in cui acquistare un’auto nuova diventa un impegno economico troppo impegnativo per molte tasche. Ma forse, in futuro, tutto questo potrebbe cambiare, almeno secondo un gruppo di studenti e di ricercatori della Middle Tennessee State University (MTSU) che ha messo a punto un apposito kit di conversione capace di far diventare ibrida una qualsiasi vettura con poche migliaia di dollari.

L’invenzione a cui il gruppo guidato dal professor Charles Perry sta lavorando è un particolare mozzo ruota, il quale integra al suo interno un motore elettrico alimentato da un pacco batteria agli ioni di litio fosfato sistemato nel bagagliaio. Installando il mozzo sulle ruote non collegate al motore a combustione interna, l’azione della spinta elettrica si somma a quella del propulsore principale, facendo diventare il veicolo una sorta di mezzo a trazione integrale e consentendo di risparmiare notevolmente sui consumi e sulle emissioni, oltre che andando a incrementare l’autonomia di marcia.

Si tratta quindi di integrare il sistema propulsivo a benzina o diesel proprio della vettura con due motori elettrici sistemati direttamente sulle ruote: una soluzione non certo inedita e vista su diversi prototipi ibridi presentati in questi mesi, ma con il vantaggio di potersi adattare a un vasto numero di modelli e di essere installato come accessorio post-vendita, senza grosse modifiche tecniche che renderebbero il tutto poco conveniente dal punto di vista economico. Infatti, secondo il professor Perry:

Il punto principale è stato quello di dimostrare la fattibilità dell’aggiunta di un motore elettrico alla ruota posteriore della vettura senza modificare i freni, cuscinetti, o la sospensione. Niente di meccanico.

Per verificare la reale messa in pratica di questa invenzione il team di studenti e scienziati ha installato il sistema su una vecchia Honda Accord station wagon, ricevendo confortanti risposte per quanto riguarda l’efficacia della tecnologia nell’abbattere i consumi e le emissioni, riuscendo al tempo stesso ad aumentare notevolmente l’autonomia di marcia del veicolo.

Al di là degli entusiasmi per una soluzione che appare comunque valida, restano alcuni dubbi legati all’affidabilità del sistema e al comportamento stradale di una vettura così adattata, oltre al problema, non certo indifferente, della notevole perdita di spazio per il carico dovuta all’installazione a bordo degli ingombranti pacchi batteria necessari ad alimentare i motori elettrici integrati nei mozzi ruota.

Il kit di conversione a ibrido è comunque per adesso allo stato di prototipo, ma ci sono delle possibilità che, grazie al finanziamento di qualche investitore, il sistema possa arrivare sul mercato, a un prezzo che, secondo alcune stime, potrebbe aggirarsi sui 3.000 dollari.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Partenza lanciata per la sportiva ibrida BMW i8