• GreenStyle
  • Pets
  • Traffico illegale di cuccioli di cane: arresti in Italia

Traffico illegale di cuccioli di cane: arresti in Italia

Traffico illegale di cuccioli di cane: arresti in Italia

Fonte immagine: Pixabay

I Carabinieri hanno sequestrato 13 cuccioli di cane di razza Bulldog, provenienti dal traffico internazionale: sono tre i fermi in Italia.

Cuccioli di cane di razza Bulldog importati illegalmente in Italia, privi di vaccinazioni, microchip e documentazione obbligatoria. È questo il risultato dell’operazione condotta dai Carabinieri Forestali dei Nuclei CITES di Ancora e Fermo, con il sequestro di ben tredici esemplari e il fermo di tre persone.

I carabinieri hanno trovato i cani stipati nel vano posteriore di un’automobile, guidata da uno dei trafficanti poi denunciati. Il veicolo era stato intercettato dalle Forze dell’Ordine al varco con la Slovenia, così come spiega SkyTG24, per poi essere fermato per un controllo. A bordo due trafficanti e la proprietaria del veicolo, denunciati presso le procure di Ancona e Teramo, mentre all’interno del mezzo sono stati rinvenuti altri quattro cuccioli di Bulldog Francese, immediatamente sequestrati dalle autorità. I responsabili dovranno ora rispondere delle accuse di traffico illecito di animali da compagnia, maltrattamento e uccisione di animali.

Sempre come spiega SkyTG24, l’operazione è stata avviata grazie alla segnalazione di una proprietaria di Ancona, la quale aveva acquistato un Barboncino Toy, risultato affetto da parvovirus e poi morto a causa della malattia. Per questa ragione, le autorità hanno ricordato di non acquistare mai cuccioli venduti online, poiché spesso vengono venduti a età inferiore ai 60 giorni previsti dalla legge, inoltre non sono sottoposti a tutte le vaccinazioni obbligatorie, con il rischio che sviluppino gravi patologie. Ancora, i cuccioli che solitamente provengono da traffici illeciti internazionali vengono accuditi in condizioni igieniche precarie, spesso stipati nei bauli delle automobili per il trasporto e ammassati l’uno sull’altro, denutriti e disidratati.

I cuccioli sequestrati sono stati affidati all’Ospedale Veterinario Universitario dell’Alma Mater di Teramo, per essere sottoposti a tutti le cure del caso. Risultati tutti positivi al parvovirus, ai coccidi e agli ascaridi, seguiranno ora un preciso percorso di cura.

Fonte: SkyTG24

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questi cani sembrano davvero molto arrabbiati, ma poi…