• GreenStyle
  • Pets
  • Traffico illegale di cuccioli: arresti in tutta Italia

Traffico illegale di cuccioli: arresti in tutta Italia

Traffico illegale di cuccioli: arresti in tutta Italia

Fonte immagine: Unsplash

La Polizia di Rimini ha smantellato un traffico internazionale di cuccioli di cane: oltre cento gli animali sequestrati in tutta Italia.

Un esteso traffico illegale di cuccioli di cane è stato smantellato dalle forze dell’ordine, con arresti in tutta Italia. È questo l’ultimo aggiornamento che giunge sul fronte della protezione degli animali, con l’identificazione di un’organizzazione criminale pronta a introdurre sullo Stivale migliaia di quadrupedi. Oltre cento cani sono stati sequestrati dalla forze dell’ordine, per essere affidati a strutture che possano provvedere al loro benessere.

L’operazione è stata condotta dalla Polizia di Rimini, con la collaborazione di oltre cinquanta agenti di polizia su tutto il territorio dello Stivale, circa trenta all’estero e le guardie ecozoofile di “Fare Ambiente”. Grazie alle indagini, coordinate dalla Procura di Rimini, è stato possibile identificare una vera e propria organizzazione criminale, con base in Slovacchia, dedita al commercio illegale di cani sul tutto il territorio. L’intera operazione, denominata “Luxury Dog”, ha portato all’arresto di diverse persone e al sequestro di oltre cento cani. Il monte d’affari potrebbe aggirarsi attorno al milione di euro in guadagni.

Il blitz, così come riferisce TGCom24, ha coinvolto le città di Milano, Alessandria, Bergamo, Savona e Napoli: gli arrestati, appartenenti all’organizzazione criminale, sono stati accusati di truffa, falsificazione di documenti vaccinali e maltrattamento di animali.

Non è purtroppo la prima volta che, sul territorio italiano, viene identificato e bloccato il traffico illecito di animali domestici. Seppur con qualche differenza tra un caso e l’altro, in genere i quadrupedi vengono introdotti fortuitamente in Italia con trasporti di fortuna, spesso separati dalle madri prima ancora del normale periodo di svezzamento o, ancora, venduti a età inferiore rispetto ai minimi previsti della legge. Non ultimo, gli esemplari provenienti dal traffico illegale possono essere affetti da infezioni e patologie varie, nonché privi delle obbligatorie vaccinazioni o soggetti a maltrattamenti sia fisici che psicologici.

Fonte: TGCom24

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questi cani sembrano davvero molto arrabbiati, ma poi…