• GreenStyle
  • Auto
  • Toyota Mirai, seconda generazione in arrivo nel 2020

Toyota Mirai, seconda generazione in arrivo nel 2020

Toyota Mirai, seconda generazione in arrivo nel 2020

Fonte immagine: Toyota

Toyota continua a voler investire nelle auto a idrogeno, la seconda generazione della Mirai arriverà nel 2020.

Non è un mistero che Toyota investa molte risorse nella tecnologia a idrogeno come alternativa per la mobilità. Un settore ad oggi ancora molto di nicchia che sembra stentare a decollare un po’ in tutto il mondo. In Italia esiste solamente un distributore a Bolzano, anche se altri sono in programma. Numeri esigui che rendono questa forma di mobilità molto di élite. Però Toyota ci crede e ha deciso di proseguire nei suoi investimenti. Il risultato si vedrà sin dal 2020 quando debutterà la nuova generazione della Mirai, la sua ben nota e apprezzata auto a idrogeno.

L’annuncio del prossimo debutto della seconda generazione di questo modello è stato dato direttamente da Takeshi Uchiyamada, presidente Toyota, durante un convegno sull’idrogeno tenutosi a Tokyo. Non ci sono particolari informazioni su questo modello se non che manterrà linee molto particolari in modo che possa essere facilmente riconoscibile la sua “unicità”.

Nessun dettaglio nemmeno sul prezzo. L’attuale Toyota Mirai oggi non si può dire certamente alla portata di tutti, ma il costruttore giapponese crede molto in questo settore e pensa che in un prossimo futuro il prezzo possa sensibilmente abbassarsi con la crescita della diffusione di queste autovetture e con il miglioramento della tecnologia.

Nella seconda metà della prossima decade Toyota conta di portare al debutto la terza serie della Mirai che dovrebbe finalmente avere un costo più contenuto, in linea con quello di una comune auto ibrida.

Bisognerà comunque vedere come risponderà il mercato oggi orientato sull’alimentazione puramente elettrica. Secondo Toyota nei prossimi anni le auto a idrogeno potranno rappresentare un’alternativa alle auto elettriche. Un pensiero condiviso anche da altri produttori come BMW e Mercedes anche se il mercato, come detto, al momento le sta snobbando.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Andrea Bertaglio