Tour Eiffel: 54 ettari di verde riservato ai pedoni entro il 2024

Tour Eiffel: 54 ettari di verde riservato ai pedoni entro il 2024

Una scelta epocale per la capitale francese, che trasforma uno dei suoi luoghi iconici in un parco urbano destinato a turisti e cittadini.

La Tour Eiffel sarà circondata da uno spazio verde di 54 ettari entro il 2024. Nell’ambito della riqualificazione, legata alle Olimpiadi parigine del 2024, ha approvato un piano che porterà a uno stravolgimento dell’urbanistica, della vialbilità e delle abitudini della Parigi che abbiamo conosciuto finora.

Un piano di rinnovamento che interesserà l’intera area tra Place de Trocadero e Campo di Marte, volta a sostituire le strade attualmente percorse da auto e mezzi pubblici, in un vero e proprio parco urbano, destinato ai pedoni, alle biciclette e a mezzi pubblici green.

Il progetto, curato dall’urbanista Katryn Gustafson, prevede la sostituzione delle strade intorno alla “Dama di Ferro” con viali alberati riservati alle passeggiate e alle gite in bicicletta, la trasformazione del vicino Pont d’Iena sulla Senna in un prato circondato da piante, oltre l’installazione di una fontana nella zona antistante la torre più famosa di Francia.

Un progetto che prevederà un costo di 72 milioni di euro per le casse parigine, in un’ottica che prevede una svolta della città in senso eco compatibile, una nuova immagine della metropoli, desinata ai due milioni di residenti e gli oltre quaranta milioni di turisti che visitano la città ogni anno. Una scelta che ha fini etici ed estetici secondo quanto affermato da Anne Hidalgo, sindaca di Parigi:

Il progetto mira a traformare completamente una città estremamente cementificata, in una città europea ricca di verde. Questo per due ragioni: in primis, per regalare uno spazio tranquillo e di relax ai parigini e ai tanti turisti che ci visitano ogni anno. In secondo luogo, per adattare le nostre città ai cambiamenti climatici, riducendo smog ed emissioni di gas serra.

La chiusura dei lavori avverrà in due fasi. La prima, che prevede la maggior parte degli interventi, si concluderà entro il 2024. La seconda, definitiva, è prevista per il 2030.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Annalisa Corrado