• GreenStyle
  • Pets
  • Tigre sbrana addetta dello zoo davanti ai visitatori

Tigre sbrana addetta dello zoo davanti ai visitatori

Tigre sbrana addetta dello zoo davanti ai visitatori

Fonte immagine: Pixabay

Una tigre ha sbranato un'addetta dello zoo di Zurigo, uccidendola: è accaduto la scorsa settimana, sul caso è stata avviata un'indagine.

Una tigre ha sbranato un’addetta dello zoo di Zurigo, davanti agli sguardi impietriti di altri dipendenti della struttura e dei visitatori. È quanto rende noto BBC, purtroppo nel confermare il decesso della guardiana. Al momento, non sono ancora noti i contorni precisi della vicenda, sulla quale lo zoo ha aperto un’indagine.

L’incidente è accaduto lo scorso sabato, quando una tigre siberiana ha improvvisamente attaccato un’addetta dello zoo. La donna, di 55 anni d’età, si trovava all’interno della gabbia dei felini. I visitatori e i dipendenti presenti hanno subito richiesto i soccorsi e, attorno alle 13.20, l’animale è stato isolato all’interno della sua recinzione. La squadra d’emergenza della struttura ha immediatamente praticato tutte le procedure di rianimazione, ma per la donna non vi è stato nulla da fare.

La tigre in questione si chiama Irina ed è nata nel 2015 in uno zoo danese, per poi essere trasferita a Zurigo lo scorso anno. Il felino non aveva mai dimostrato segni di aggressività, stando a quanto riferiscono le fonti estere. Lo zoo ha espresso dolore per l’incidente occorso, porgendo le proprie condoglianze ai parenti della vittima.

Così come riferito dalla BBC, sull’incidente è stata aperta un’indagine, per comprendere perché l’addetta si trovasse all’interno della gabbia delle tigri. Judith Hoedl, una portavoce della polizia di Zurigo, ha riferito che i soccorsi potrebbero essere giunti in ritardo:

Purtroppo gli aiuti sono arrivati tardi

Lo zoo rimarrà chiuso per garantire tutte le verifiche del caso, mentre è stato reso disponibile un counselling psicologico per tutti coloro che hanno assistito alla tragedia.

La notizia ha generato fitte discussioni sui social media, dove in molti hanno richiesto la chiusura immediata degli zoo. Tuttavia, è doveroso ricordare come molti zoo e santuari fungano anche come centri di ricerca, dove vengono ospitate specie rare per evitarne l’estinzione e avviare strategie di ripopolamento.

Fonte: BBC

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Gli ululati dei lupi risuonano tra le strade del paese