The Sea Rider: il primo shipping game sulla sostenibilità

The Sea Rider: il primo shipping game sulla sostenibilità

Lanciato il primo shipping game sulla sostenibilità ambientale, si tratta di The Sea Rider e punta a unire informazione e divertimento.

Spiegare la sostenibilità ambientale e il rispetto per il mare può essere un gioco. Questo l’obiettivo che si sono posti MSC Meditterranean Shipping Company e AnotheReality, società milanese specializzata nell’XR (eXtended Reality), che insieme hanno dato vita a “The Sea Rider“. Si tratta di uno “shipping game” dotato di un’interfaccia immediata e curata nei minimi particolari, che unisce il divertimento all’informazione riguardante lo sviluppo sostenibile nei trasporti.

Non casuale la scelta della tipologia di trasporto oggetto del gioco, quello marittimo, in quanto rappresenta nel mercato globale quello dal minore impatto ambientale in termini di CO2: emessi appena 3g/km, inferiori ai 560g/km del trasporto aereo. Ha sottolineato Lorenzo Cappannari, CEO AnotheReality:

È un progetto unico che ci vede protagonisti nell’ambito promozionale. MSC è il primo leader mondiale di settore a decidere di utilizzare un videogame, così lontano dal proprio ambito di expertise, nell’ambito delle sue iniziative di marketing, e per farlo ha scelto la professionalità e la qualità degli sviluppatori di AnotheReality. L’idea è di permettere agli utenti di divertirsi e al tempo stesso informarsi su temi importanti quali la sostenibilità ambientale.

Di seguito caratteristiche e istruzioni di base del gioco, come riportate dagli sviluppatori:

  • Eco-coins: la raccolta delle eco-monete permette di aumentare il punteggio finale e possono essere usate come “stella polare” per trovare la giusta rotta al porto successivo.
  • Barra di sostenibilità: è il modo più semplice per tenere sotto controllo il proprio impatto ambientale durante il gioco e assicurarsi di star navigando in maniera “green”. Finché la barra rimane verde si possono guadagnare punti extra.
  • Livelli multi-stage: ogni livello è composto da più sottolivelli per aumentare l’engagement durante il gioco.
  • N° di mosse limitate: strategia e precisione sono un must di “The Sea Rider”. Per ogni partita si hanno infatti a disposizione un numero limitato di mosse.
  • Limite di tempo: per raggiungere il porto successivo bisogna tenere conto anche del tempo, la velocità di gioco è quindi un altro fattore da tenere in considerazione.
  • Stelle e riconoscimenti: il punteggio finale e la barra di sostenibilità incidono sul numero di stelle che si possono ottenere a fine livello. Attenzione! Bisogna avere un certo numero di stelle per poter sbloccare il livello successivo.
  • Navi: le navi da gioco sono riproduzioni fedeli della flotta “green” di MSC tra cui alcune delle più grandi navi porta container del mondo.
  • Porti: il gioco ripropone l’attuale rete globale di MSC che conta circa 2000 servizi oceanici in tutto il mondo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Renzo Pedretti – Corteva Agriscience