Tesla: tutti i nuovi modelli del 2019

Tesla: tutti i nuovi modelli del 2019

Fonte immagine: Tesla Motors

I piani di Tesla per il 2019 prevedono un impegno a tutto campo che va dal lancio di nuove auto fino alla produzione di un camion elettrico, il tutto senza dimenticare ricarica rapida e guida autonoma.

I piani di Tesla per il 2019 prevedono una significativa espansione dell’offerta, che vedrà l’arrivo non solo di vetture elettriche, ma anche di un pick-up e perfino di un autocarro, senza dimenticare i progressi nel settore della guida autonoma e nella rete di ricarica veloce.

Nei programmi del costruttore di Palo Alto occuperà sicuramente un posto centrale la nuova Tesla Model 3. La vettura è stata lanciata nei mesi scorsi, ma nell’anno appena iniziato sarà distribuita anche in Europa e in Asia. Inoltre si attende l’arrivo di una versione base che dovrebbe ridurre la soglia d’accesso al listino, in modo da ampliare la quota di mercato e dare seguito alle alte aspettative che il gruppo fondato da Elon Musk ha su questo modello.

La casa californiana non intende ovviamente restare fuori dal promettente segmento dei crossover ed è per questo che nel 2019 è atteso il debutto della Tesla Model Y, un veicolo elettrico a baricentro alto su cui ancora non si sa molto, anche se ci sono indiscrezioni che indicherebbero metà marzo come data utile per la sua presentazione. In ogni caso, la Model Y non entrerà in produzione prima del 2020.

Sempre in tema di mezzi dall’impostazione “muscolosa” potrebbe far capolino nei prossimi mesi il chiacchierato pick-up Tesla. Questo genere di veicoli è storicamente molto richiesto negli USA, mentre non ha mai sfondato in Europa. Negli ultimi anni, come dimostrano i vari modelli arrivati sulle strade di recente, le cose stanno cambiando e non è quindi del tutto fuori luogo pensare che Tesla possa decidere di lanciarsi nel settore. Il 2019 potrebbe essere l’anno decisivo per una decisione in tal senso, ma va detto che anche se il pick-up elettrico dovesse arrivare, i tempi per il lancio non sarebbero comunque brevi e il suo debutto sul mercato potrebbe avvenire non prima del 2021.

Mentre per Tesla Model S e Model X si ipotizza qualche aggiornamento estetico e di contenuto, giusto per tenere viva l’attenzione sui modelli e farli restare al passo con i tempi, a Palo Alto si lavora al Tesla Semi, il nuovo camion elettrico che promette di rivoluzionare in chiave ecologica il settore del trasporto su gomma. A dare fiducia al progetto sono già stati alcuni nomi di spicco dell’economia americana, che hanno già commissionato un certo numero di pezzi per le proprie flotte in attesa dell’avvio della produzione.

Oltre che nello sviluppo e nella diffusione della propulsione elettrica, Tesla è da tempo impegnata nella guida autonoma, come confermato dalla sua tecnologia Tesla Autopilot. I futuri miglioramenti software, con nuovi algoritmi ancora più sofisticati, precisi e affidabili di quelli attuali, potrebbero portare entro i prossimi 12 mesi alla guida autonoma di livello 3, ovvero una situazione in cui l’auto è in grado di viaggiare in piena autonomia, lasciando al conducente umano la facoltà di intervenire solo in caso di emergenza o di condizioni particolarmente delicate.

Per quello che riguarda infine la rete di ricarica rapida Supercharger, Tesla dovrebbe far debuttare prossimamente le colonnine Supercharger V3 con capacità di erogazione notevolmente migliorata, tanto che si parla di oltre 200 kw/h con benefici evidenti sui tempi di ricarica dei veicoli del marchio americano.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be