• GreenStyle
  • Auto
  • Tesla Cybertruck, il pickup elettrico che arriva da un film di fantascienza

Tesla Cybertruck, il pickup elettrico che arriva da un film di fantascienza

Tesla Cybertruck, il pickup elettrico che arriva da un film di fantascienza

Tesla Cybertruck è arrivato, un pickup elettrico che rompe gli schemi del design con una proposta da film di fantascienza.

Tesla Cybertruck è arrivato e come da copione ha stupito tutti. Elon Musk l’aveva più volte detto nel corso degli ultimi mesi che il suo pickup elettrico avrebbe avuto un design particolarmente futuristico, tanto da sembrare uscito dal film di Blade Runner. Molti pensavano ad una provocazione in stile Musk, ma, invece, il Tesla Cybertruck è davvero fantascientifico. Il design è difficile da descrivere perchè è minimale con tagli molto netti ma è più facile vederlo in foto che descriverlo. L’azienda americana si è sicuramente superata, bisognerà solo capire se piacerà alla gente.

Sebbene il pickup elettrico si caratterizzi per un design di rottura, i progettisti si sono ispirati ad un’auto del 1977 e precisamente alla Lotus S1 Esprit che James Bond guidava nel film “La spia che mi amava”. Tesla ha prestato molta cura alla robustezza di un veicolo che teoricamente è pensato per lavori gravosi. I pickup vanno molto di moda in America e servono per trasportare grossi pesi o per trainare agevolmente rimorchi.

Tesla Cybertruck adotta un guscio esterno ad altissima resistenza che è stato definito addirittura a prova di proiettile. Per dimostrare la sua resistenza, il capo del design della società, Franz von Holzhausen, ha preso una mazza ed ha iniziato a colpire le portiere dell’auto elettrica.

Grande cura anche sui vetri. Il pickup utilizza i Tesla Armor Glass, anche loro in grado di garantire un’elevata robustezza. Sfortunatamente, durante la dimostrazione, si sono rotti. Solo un piccolo intoppo.

Tesla ha anche mostrato le grandi prestazioni del Cybertruck che ha battuto in accelerazione una Porsche 911. Nell’auto possono starci sino a 6 adulti. Tesla Cybertruck dispone anche di un’area di carico molto grande che è coperta. Nel caso servisse trasportare oggetti alti, la copertura si può arrotolare. L’auto di serie adotta una sospensione pneumatica adattiva.

Tre sono le varianti del Tesla Cybertruck con potenze ed autonomie differenti.

  • Trazione posteriore, motore singolo, 250 miglia di autonomia, 0-60 mph in meno di 6,5 secondi, capacità di traino di 7.500 libbre (3.400 Kg): prezzo di 39.900 dollari.
  • Trazione integrale, doppio motore, 300 miglia di autonomia, 0-60 mph in meno di 4,5 secondi, capacità di traino di 10.000 libbre (4535 Kg): prezzo di 49,900 dollari.
  • Trazione integrale, motore triplo, 500 miglia di autonomia, 0-60 mph in meno di 2,9 secondi, capacità di traino di 14.000 libbre (6350 Kg): prezzo di 69.900 dollari.

L’Autopilot va acquistato a parte. Gli interni sono simili a quelli della Model 3 con un maxi schermo centrale. I primi due modelli arriveranno nel 2021. Il terzo nel 2022. Si può già preordinare. Curiosamente, il configuratore è aperto anche in Italia sebbene i prezzi italiani non siano stati ancora comunicati.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dentifricio alla menta fatto in casa