Terremoto in Sicilia, scossa di magnitudo 3.4 vicino Messina

Terremoto in Sicilia, scossa di magnitudo 3.4 vicino Messina

Fonte immagine: iStock

Terremoto in Sicilia intorno alle 8 di questa mattina, localizzato a poca distanza da Messina: epicentro a Terme Vigliatore.

Una scossa di terremoto ha svegliato prima delle 8 la Provincia di Messina. Torna a tremare la terra in Sicilia, a pochi giorni di distanza dai diversi eventi sismici delle ultime settimane. L’epicento è localizzato in questo caso a un chilometro da Terme Vigliatore, nella parte nord-est dell’isola.

La scossa di terremoto in Sicilia ha fatto registrare una magnitudo di 3.4 gradi della scala Richter ed è stata seguita da una seconda di 2.9 gradi. Il primo evento sismico si è verificato alle 7:53:38 ora italiana, mentre il successivo dopo poco più di un minuto (alle 7:55:00).

La profondità segnalata dall’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) è di circa 10 km nel primo caso e di 9 chilometri nel secondo. Terme Vigliatore colpita anche da una terza scossa, alle ore 8:08:07, di magnitudo 2.2 della scala Richter e profondità 7 km. Tanta la paura, anche in relazione a possibili disastri ambientali, ma per fortuna al momento non si segnalano gravi danni alle cose o vittime.

Terremoto in Sicilia, gli eventi sismici delle scorse settimane

Nelle ultime due settimane la Sicilia è stata colpita da un’importante serie di eventi sismici, che fortunamente non hanno causato finora alcuna vittima. All’alba del 14 settembre 2020 si sono verificare quattro scosse di terremoto nei pressi della cittadina di Salemi, in Provincia di Trapani. Magnitudo più alta 3.5, minima 3 gradi, con profondità prossima ai 15 km. La settimana precedente una scossa da 3.4 aveva risvegliato all’alba la stessa zona, mentre la profondità indicata dall’INGV era di appena 1,1 km.

Cosa fare in caso di sisma

Innanzitutto occorre rimanere quanto più possibile lucidi. Più facile a dirsi che a farsi in certe occasioni, ma sicuramente un modo per risultare più al sicuro. Può rivelarsi d’aiuto predisporre alcune misure per mettersi al riparo in caso di scossa, consigliato nelle zone ad alto rischio sismico. Una possibilità è quella di scegliere un letto o un tavolo in ferro battutto, sotto cui potersi riparare durante il terremoto.

In caso di abitazioni ai piani superiori evitare se possibile di ricorrere alle scale durante la scossa, ma trovare un riparo sicuro all’interno dell’appartamento. Possibile accostarsi a uno dei muri portanti o sotto l’arco di una porta posta in corrispondenza di tali pareti. Una volta terminato il sisma valutare l’opportunità di uscire all’esterno o se invece è più indicato attendere in casa l’arrivo dei soccorritori.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be