• GreenStyle
  • Auto
  • Terna e FCA insieme per la mobilità elettrica Vehicle-to-Grid

Terna e FCA insieme per la mobilità elettrica Vehicle-to-Grid

Terna e FCA insieme per la mobilità elettrica Vehicle-to-Grid

Fonte immagine: iStock

Terna e FCA hanno stretto un accordo di collaborazione per sperimentare tecnologie e servizi di mobilità sostenibile come il Vehicle-to-Grid.

FCA ha deciso di colmare il suo “ritardo” nel settore della mobilità elettrica non solamente annunciando un po’ di tempo fa un importante piano di investimenti, ma anche ufficializzando una serie di proggetti paralleli come quello con Terna, operatore che gestisce le reti per la trasmissione dell’energia elettrica.

Il fulcro del progetto è lo sviluppo del Vehicle-to-Grid (V2G), che permette alle auto elettriche di poter diventare parte integrante di una rete elettrica. In parole più semplici le auto potranno contribuire al suo bilanciamento, una volta collegate alla rete elettrica, rilasciando energia quando serve durante il loro inutilizzo.

Grazie alle ampie batterie di trazione le auto elettriche possono fungere, mentre sono inutilizzare, come una sorta di “batteria di accumulo” che fornisce energia nei momenti di maggiore richiesta della rete. Una tecnologia importante per il futuro della mobilità elettrica.

Con la diffusione di questi veicoli aumenterà contestualmente anche la richiesta di energia elettrica. Serve quindi una soluzione che possa supportare la rete nei momenti di maggiore stress. Inoltre il rilascio di energia alla rete porterà anche alcuni benefit economici agli utenti in quanto la cessione dell’energia sarà remunerata proprio come avviene oggi con l’energia prodotta dagli impianti fotovoltaici.

Il Memorandum of Understanding sottoscritto tra Terna e FCA prevede la sperimentazione congiunta di tecnologie e servizi di mobilità sostenibile come il Vehicle-to-Grid (V2G). Le due società realizzeranno insieme presso la sede Terna di Torino dell’E-mobility Lab un laboratorio dove sarà possibile sperimentare prestazioni e capacità delle vetture elettriche nell’erogare servizi a supporto della stabilizzazione della rete elettrica.

Inoltre si sperimenteranno la loro interazione sia monodirezionale che bidirezionale con la rete attraverso un’infrastruttura di ricarica dedicata. L’accordo prevede anche uno studio di fattibilità per la realizzazione di una flotta dimostrativa sperimentale di auto elettriche connesse alla rete attraverso un’infrastruttura V2G all’interno di Mirafiori.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Bollino etico, la prima passata di pomodoro certificata No Cap