Termostato intelligente: 5 motivi per acquistarne uno

Termostato intelligente: 5 motivi per acquistarne uno

Fonte immagine: Maxiphoto via iStock

L'installazione di un termostato intelligente presenta numerosi vantaggi, dal risparmio in bolletta alla comodità: ecco i 5 motivi per acquistarne uno.

La scelta di un termostato intelligente, un dispositivo digitale avanzato per la gestione della climatizzazione della casa, conquista sempre più acquirenti. Facili da installare e da usare, grazie anche alla perfetta integrazione con i device da taschino iOS e Android, queste soluzioni rappresentano uno dei settori di maggiore crescita nell’universo high-tech. Molti optato per un termostato smart per poter ridurre i consumi energetici, altri per questioni ambientali, altri ancora semplicemente per la comodità. Ma quali sono i cinque principali motivi che dovrebbero spingere tutti ad acquistarne uno?

Di seguito, una rassegna sui benefici più evidenti derivanti dall’utilizzo di termostati intelligenti. Ovviamente, si tratta di considerazioni generiche, poiché ogni modello prevede delle funzioni specifiche, nonché delle conseguenze altrettanto precise sia sulla spesa per la climatizzazione che sull’efficienza dell’impiego. Ancora, molti dei vantaggi elencati derivano dal grado di isolamento termico dell’abitazione: il device può far gran poco in assenza di un sistema di riscaldamento o di raffreddamento eccellente.

Regolazione da remoto

Termostato remoto

Il primo e il più immediato vantaggio derivante dall’utilizzo di un termostato intelligente è la possibilità di regolarlo e gestirlo da remoto. Tutti i principali prodotti oggi disponibili sul mercato sono collegati alla Rete e, per questa ragione, possono essere amministrati tramite apposite piattaforme web o, ancora più facilmente, grazie alle relative applicazioni per smartphone e tablet.

Nella pratica, questa funzionalità si traduce nella possibilità di accendere o spegnere il sistema di climatizzazione, o regolarne la temperatura, anche quando si è fuori casa. Ad esempio, si può decidere di mantenere spento il riscaldamento – oppure di farlo funzionare al minimo – quando si è in ufficio, per poi innalzare la temperatura all’incirca un’ora prima del rientro. In questo modo, si ottimizza il sistema in base alla reale presenza in casa, rendendo il proprio impianto più efficiente.

Programmazione

Programmazione

Oltre alla possibilità di gestire da remoto il proprio impianto, i termostati smart offrono anche ampie capacità di programmazione. Si possono ad esempio impostare piani giornalieri, settimanali o mensili, quindi approfittare di feature avanzate come la regolazione del riscaldamento in base all’andamento della temperatura esterna di stagione. Le alternative sono davvero infinite: basti pensare alla comodità di poter avviare un programma di riscaldamento ridotto, o addirittura escluso, quando si sta per partire per una vacanza di breve o lungo periodo.

Non è però tutto, però, poiché alcuni modelli presenti sul mercato sono dotati anche di intelligenza artificiale e machine learning, due tecnologie che garantiscono all’utente una gestione senza stress. Così come suggerisce la definizione, il dispositivo impara a riconoscere le abitudini del proprietario, per poi regolare autonomamente il riscaldamento o il raffreddamento dell’abitazione. Ad esempio, se si ritorna ogni giorno a casa alle 19 e si imposta l’accensione dei termosifoni alle 18, il termostato apprenderà questo comportamento e potrà proporre automaticamente questa routine, senza ulteriore intervento umano.

Tracking e statistiche

Statistiche

Poiché si tratta di dispositivi digitali connessi, sia alla rete domestica che al web, i termostati intelligenti offrono anche dei comodi servizi di monitoraggio e statistica, da consultare facilmente sullo schermo di smartphone e tablet. Sarà quindi possibile analizzare le proprie abitudini di consumo, scoprire quale momento della giornata è più intenso sul fronte energetico, dove tendono ad accentrarsi gli sprechi e molto altro ancora.

Le edizioni più moderne di questi dispositivi permettono di consultare anche servizi avanzati, con la disponibilità di grafici e infografiche, consigli per migliorare la propria performance, la media dei propri consumi in un determinato momento, avvisi e notifiche in caso di aumenti improvvisi delle richieste di climatizzazione o molto altro ancora.

Risparmio in bolletta e ambientale

Bollette

Proprio poiché i termostati intelligenti permettono di regolare al meglio le proprie necessità di riscaldamento o di raffreddamento della casa, si vengono fortemente a ridurre gli sprechi. Questo si traduce in un risparmio, sia in bolletta che sull’ambiente, con la conseguente limitazione delle emissioni nocive immesse in atmosfera.

Quantificare l’entità del risparmio, almeno dal punto di vista economico, non è però un’attività semplice: in gioco vi sono molti fattori, come la qualità dell’isolamento termico domestico, il tipo di struttura e i materiali impiegati per l’abitazione in cui si vive, il costo medio dell’energia nel tempo, la posizione geografica e molto altro ancora. Recenti rilevazioni, basate su appartamenti per famiglie medie con un isolamento termico di base, hanno mostrato come la riduzione dei consumi sia del 10-15% sul fronte del riscaldamento e del 10-25% su quello del raffreddamento. Ovviamente, le percentuali aumentano a seconda che la casa sia più efficiente nel mantenere o dissipare il calore.

Funzioni aggiuntive

Smarthome

La maggior parte dei termostati intelligenti in commercio dispone di funzioni aggiuntive, come ad esempio l’analisi del tasso di umidità. Si tratta di un valore molto importante per il benessere personale, poiché ambienti troppo secchi irritano le vie respiratorie, mentre quelli più umidi possono incentivare allergeni, muffe e malessere.

Molti sono anche dotati di sensori di movimento o di piccole videocamere, quindi assolvono anche alla funzione di controllo remoto contro la spiacevole intrusione di estranei e malintenzionati. Non mancano, inoltre, dispositivi che inglobano filtri e rilevatori per alcune delle problematiche della casa, come la presenza del pericolosissimo monossido di carbonio o di altri inquinanti domestici. Non ultimo, i termostati intelligenti spesso fungono anche da stazione meteorologica e, se dotati di speaker, da diffusori musicali, grazie all’integrazione dei sistemi di streaming intradomestico sia di iOS che di Android.

Seguici anche sui canali social