Tè verde: integratori possono causare danni al fegato

Tè verde: integratori possono causare danni al fegato

Gli integratori di tè verde potrebbero causare danni al fegato, se consumati con dosi elevate di catechine, secondo l'Unione Europea.

L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare sottolinea che gli integratori di tè verde potrebbero causare danni al fegato. Secondo ciò che ha confermato l’Unione Europea, l’assunzione di più di 800 mg di catechine di tè verde ogni giorno può portare a dei problemi di salute.

Generalmente le aziende che si occupano di produrre i supplementi realizzano confezioni con meno di 800 mg di estratti di tè verde. Tuttavia l’Unione Europea ha chiesto di portare avanti altri studi scientifici sull’effetto delle catechine contenute nella bevanda ed eventualmente di riportare i possibili rischi sulle etichette.

I controlli sono stati effettuati in seguito ad una richiesta proveniente dal Canada, nella quale si faceva presente di fare chiarezza sul possibile legame tra integratori di tè verde e danni al fegato. Le autorità canadesi si sono mosse dopo il caso di un adolescente che aveva preso regolarmente gli estratti di tè verde e aveva riportato dei danni al fegato in seguito ai quali aveva avuto bisogno di ricorrere alla dialisi.

Nel corso del tempo sono stati riportati sulle riviste mediche differenti casi di questo genere, come, per esempio, quello di un uomo in Australia per cui era stato necessario un trapianto di fegato o come il caso di una ragazza di 16 anni in Inghilterra ricoverata per una forma di epatite dopo aver assunto pillole a base di tè verde.

Gli esperti hanno analizzato anche i possibili rischi legati al consumo di altri infusi, specialmente dopo un consumo elevato, e hanno riscontrato che il maggior pericolo è determinato dal tè verde. Adesso i loro riscontri scientifici sono stati inviati alla Commissione Europea, che dovrà decidere nel dettaglio su come affrontare questi rischi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Bollino etico, la prima passata di pomodoro certificata No Cap