Taxi elettrici: 167 Tesla Model S per l’aeroporto di Amsterdam

Taxi elettrici: 167 Tesla Model S per l’aeroporto di Amsterdam

Fonte immagine: Shiphol Group

L'aeroporto di Shiphol, ad Amsterdam, punta sulla propulsione elettrica e accoglie una flotta di 167 Model S in servizio taxi.

La mobilità elettrica diventa sempre più centrale in alcune aree dell’Europa settentrionale e l’ennesima conferma arriva dai Paesi Bassi, dove una flotta di Tesla Model S è entrata in servizio da alcuni giorni presso l’aeroporto di Shiphol ad Amsterdam.

Il parco auto elettriche in servizio presso lo scalo olandese conta al momento 167 Tesla Model S ed è gestito dalle due società BBF Schipholtaxi e BIOS-groep. Grazie a questa novità l’aeroporto di Amsterdam è la prima struttura di questo genere a offrire ai viaggiatori un numero così vasto di veicoli a zero emissioni, consentendo a chi sbarca dall’aereo di proseguire il suo viaggio su un mezzo di trasporto comodo, lussuoso e in grado di dare il proprio contributo per favorire la mobilità sostenibile.

I taxi elettrici di Shiphol rimarranno in servizio per quattro anni, ma nel contratto che ha dato il via all’iniziativa è inclusa un’opzione che può portare ad estendere il progetto fino a otto anni.

L’attenzione dell’aeroporto olandese per la propulsione a zero emissioni non è una novità, tanto che nei mesi scorsi sono stati messi in servizio 35 autobus elettrici in sostituzione dei precedenti a propulsione tradizionale con lo scopo di collegare Shiphol e il centro di Amsterdam.

Si può quindi parlare di due scelte che confermano i piani ambiziosi che questo scalo ha dal punto di vista ambientale, al punto di voler diventare uno dei tre aeroporti più “puliti” del mondo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Govecs a EICMA 2017: intervista a Daniele Cesca