• GreenStyle
  • Salute
  • Talco e tumore all’ovaio: nuovo studio smentisce il collegamento

Talco e tumore all’ovaio: nuovo studio smentisce il collegamento

Talco e tumore all’ovaio: nuovo studio smentisce il collegamento

Fonte immagine: gvictoria / iStock

Nessuna connessione tra polvere di talco e tumori all'ovaio secondo uno studio del National Institute of Environmental Health Sciences.

Nessun legame tra polvere di talco e tumori all’ovaio. Questa la conclusione a cui sono giunti i ricercatori del National Institute of Environmental Health Sciences, guidati dalla dott.ssa Katie O’Brien, il cui studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Journal of American Medical Association (JAMA). Una ricerca che potrebbe segnare un punto di svolta anche per i diversi procedimenti in corso a carico di Johnson & Johnson, già costati all’azienda condanne per 4,7 miliardi di dollari, nel mirino delle consumatrici proprio a causa del possibile legame tra il prodotto e la patologia tumorale.

Durante lo studio sono stati analizzati i dati di oltre 250mila donne, che hanno regolarmente utilizzato la polvere di talco come prodotto per l’igiene intima (applicazione diretta o sulla biancheria). Abitudine che alcune precedenti ricerche hanno collegato, motivando la connessione con la presenza di amianto nel composto, a tumori all’ovaio sviluppati da alcune utilizzatrici. Un rapporto a lungo criticato da Johnson & Johnson, secondo la quale il collegamento si baserebbe su evidenze limitate e studi poco affidabili.

In base ai dati forniti dai ricercatori il gruppo guidato da Katie O’Brien ha analizzato i risultati ottenuti da quattro precedenti ricerche condotte tra il 1982 e il 2017. Circa 252mila le donne coinvolte, sottoposte in diversi momenti (nell’arco di circa 11 anni) a questionari sulla salute e l’utilizzo del talco. Durante il periodo di studio 2.168 hanno sviluppato un tumore all’ovaio.

Secondo il National Institute of Environmental Health Sciences nessun collegamento evidente sarebbe emerso né dall’utilizzo o meno di polvere di talco, né da fattori quali frequenza e durata dell’utilizzo. La ricerca è stata commentata anche dalla stessa rivista JAMA in un editoriale, dove è stato sottolineato che il metodo scientifico utilizzato risulta “solido” e che i risultati ottenuti sono giudicati “complessivamente rassicuranti”.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: undicesima lezione