Surgelati scaduti: maxi sequestri NAS a Taranto e Bologna

Surgelati scaduti: maxi sequestri NAS a Taranto e Bologna

Fonte immagine: Pixabay

Sequestri dei NAS a Taranto e Bologna di alimenti, anche surgelati, per contraffazione di etichette e migliaia bottiglie d'acqua esposte ai raggi solari.

Surgelati scaduti, etichette contraffatte e bottiglie d’acqua sotto il sole. È quanto hanno scoperto i Carabinieri del NAS di Taranto e Bologna, i quali hanno provveduto al sequestro di tonnellate di prodotti alimentari e a denunciare i responsabili delle relative attività commerciali.

In particolare, nel corso di un’attività di vigilanza sul rispetto delle norme sulla sicurezza e sulla contraffazione degli alimenti e delle bevande, le forze dell’ordine hanno sequestrato in un supermercato bolognese circa 3600 bottiglie di acqua destinate alla vendita.

Il motivo è presto spiegato: erano tenute in cattivo stato di conservazione, stoccate nel piazzale del magazzino ed esposte ai raggi solari. La plastica rilascia sostanze dannose per la salute quando esposta ai raggi diretti del sole, per questo motivo il responsabile dell’attività commerciale è stato segnalato all’autorità giudiziaria.

Forse ancora peggiore la situazione a Taranto, dove sono state sequestrate ben 16 tonnellate di alimenti congelati o surgelati: una volta superata la data di scadenza, anche di anni in alcuni, ne era stata contraffatta l’etichetta. Per questo motivo l’amministratore del deposito all’ingrosso è stato denunciato per tentata frode in commercio. Sempre a Taranto, i NAS hanno anche scoperto che migliaia di alimenti erano conservati in locali non autorizzati e soprattutto in condizioni igienico-sanitarie scadenti.

Seguici anche sui canali social