Superfood del 2019: ecco i migliori

Superfood del 2019: ecco i migliori

Fonte immagine: Pexels

Nel corso del 2019 aumenterà notevolmente la richiesta di superfood, ovvero cibi dalle elevate proprietà nutritive: ecco i migliori previsti per l'anno.

La consapevolezza sul ruolo dell’alimentazione per il benessere personale, a partire dalla scelta di superfood dal grande profilo nutritivo, troverà la sua consacrazione nel corso del 2019. Sempre più persone, infatti, decidono di adottare un regime alimentare sano ed equilibrato, ricco di alimenti che non solo siano in grado di appagare il palato, ma anche e soprattutto di rafforzare le difese immunitarie, stimolare la produzione ormonale, combattere le infiammazioni, frenare i processi d’invecchiamento e molto altro ancora.

Si parla ormai da qualche tempo dei cosiddetti super-cibi, tanto che negli ultimi anni sono andati letteralmente a ruba prodotti come quinoa e bacche di Goji: l’anno da poco cominciato non farà differenza. Accanto ad alimenti insoliti e provenienti da luoghi lontani, però, il 2019 si caratterizzerà anche per la riscoperta di ingredienti abbondantemente disponibili nelle credenze: quali saranno i superfood migliori per i prossimi 12 mesi? Di seguito qualche consiglio, con un’avvertenza generale: prima di introdurre nuovi alimenti nella propria dieta, è bene consultare il metodo e il nutrizionista, per verificare possano essere compatibili con il proprio regime o con eventuali condizioni di salute pregresse.

Alghe e moringa

Moringa

Le alghe alimentari troveranno sempre più spazio sulle tavole del 2019, grazie alle loro uniche proprietà. Dalla Dulse alla Klamath, passando per la Nori e la Kombu, questi vegetali marini assicurano un profilo nutrizionale molto interessante: in linea generale, le alghe sono infatti ricche di vitamine A e C, quindi di zinco, magnesio e iodio. Quest’ultimo è essenziale per il buon funzionamento della tiroide, mentre gli altri minerali favoriscono molte funzioni del cervello e rinforzano l’attività dei muscoli. L’apporto vitaminico, invece, sembra essere necessario per rafforzare il sistema immunitario e, contemporaneamente, combattere i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

La moringa è una pianta che, soprattutto nel corso dell’ultimo anno, ha trovato sempre più appassionati. Oltre a essere ricco di vitamina C, questo superfood è divenuto famoso per il suo buon contenuto di calcio, ferro e proteine. Ha un effetto rinforzante per il corpo e per la mente, può aiutare l’organismo a combattere le infezioni e i suoi antiossidanti garantiscono infinita giovinezza.

Semi di anguria e di canapa

Anguria

L’anguria è uno dei frutti più amati durante la stagione calda, grazie al suo potenziale rinfrescante e al suo apporto calorico davvero ridotto. Negli ultimi tempi, tuttavia, è cresciuto esponenzialmente l’interesse per i suoi semi: ricchi di grassi vegetali buoni, ideali anche per contrastare l’accumulo di colesterolo cattivo, offrono porzioni rilevanti di vitamina E, indispensabile per la lotta ai radicali liberi e per il rinforzamento del sistema immunitario.

Sempre sul fronte dei semi, negli Stati Uniti da qualche mese ha preso piede il ricorso a quelli di canapa sativa per incrementare la salute dell’organismo. Privi di sostanza psicotrope, sono ricchissimi di amminoacidi e proteine vegetali. Ancora, contengono elevate dosi di Omega-6 e Omega-3, essenziali per il buon funzionamento di cuore e arterie, nonché per frenare gli effetti spiacevoli dell’età che avanza.

Manioca, curcuma e pistacchio

Curcuma

Una delle grandi protagoniste delle diete sane degli ultimi anni, la manioca troverà sempre più spazio nel corso del 2019. Soprattutto nei suoi derivati, come la tapioca, una fecola molto leggera e quasi impalpabile, perfetta per riequilibrare l’apporto di fibre giornaliero, riportando in forma l’intestino. La farina di tapioca può essere impiegata per molte ricette da forno e, oltre agli effetti sull’intestino, aiuta anche a ridurre le infiammazioni e la pressione sanguigna.

Non ha invece bisogno di troppe presentazioni la curcuma, una delle spezie più note come alleato irrinunciabile per la salute. Grazie alla curcumina, infatti, riduce gli stati infiammatori, controlla la pressione sanguigna, rinforza il sistema immunitario e disinfetta il tratto urinario. Il pistacchio, invece, non è solo un gustoso snack: aiuta a combattere il colesterolo HDL, stimola la perdita di adipe e controlla l’assorbimento degli zuccheri a livello intestinale.

Olio di avocado e di macadamia

Avocado

L’avocado è certamente uno dei frutti che ha raccolto maggiore successo negli ultimi anni, tanto da aver conquistato soprattutto la generazione dei Millennial, pronti a farlo diventare protagonista dei social network. Il suo olio, estratto dalla polpa, è ricco di acido oleico e mantiene un elevato punto di fumo, un fatto che lo rende ideale per le fritture proteggendo i cibi dal rischio di produrre sostanze nocive e cancerogene durante il procedimento. Garantisce inoltre l’apporto di numerosi acidi grassi saturi, utili come antiossidanti.

L’olio estratto dalla macadamia, invece, è una fonte irrinunciabile di vitamina E: come già accennato nei precedenti paragrafi, si tratta di un nutriente essenziale per combattere i radicali liberi, frenare i processi di invecchiamento cellulare e preservare la bellezza o la giovinezza di pelle, capelli o unghie.

Kefir e crauti

Crauti

Infine, il 2019 potrebbe essere l’anno dell’affermazione dei probiotici naturali, ovvero alimenti che stimolano le difese dell’organismo agendo soprattutto a livello di flora intestinale. Al kefir, una bevanda fermentata, sono state nel tempo associate numerose capacità, tra cui il rinforzo del sistema immunitario, la lotta alle infezioni batteriche e il rafforzamento delle ossa contro l’osteoporosi.

Anche i crauti, dato il loro processo di fermentazione, offrono dei vantaggi analoghi. Riequilibrando la flora intestinale buona, nutrendola e salvaguardandola, offrono un risultato antibatterico e antimicotico. Ancora, si tratta di un alimento ricco di vitamine C ed K, utili per il corretto funzionamento degli organi e all’abbattimento del rischio di diabete.

Seguici anche sui canali social