Superbonus 110%: il Decreto Agosto è legge, tutte le novità

Superbonus 110%: il Decreto Agosto è legge, tutte le novità

Fonte immagine: iStock

Il Decreto Agosto è diventato legge, diverse le novità in arrivo per quanto riguarda Superbonus 110%, smart working e indennità per turismo, sport e terme.

Novità ufficiali per quanto riguarda il Superbonus 110%. La definitiva conversione in legge del Decreto Agosto porta con sé diversi provvedimenti, in materia di incentivi, ma non solo. Interessati dal documento anche lo smart working e le indennità per i settori turismo, terme e sport.

Superbonus 110%: il Decreto Agosto è legge, tutte le novità

Superbonus ed edifici con ingressi autonomi

Diverse le novità in arrivo relativamente all’accesso al Superbonus 110%. La prima riguarda il chiarimento della definizione di edifici con ingressi autonomi, così da permettere a un maggior numero di categorie di accedere agli incentivi. A questo proposito viene inserito, in corrispondenza dell’art. 119 del Decreto Rilancio, il seguente comma 1-bis:

Ai fini del presente articolo, per ‘accesso autonomo dall’esterno’ si intende un accesso indipendente, non comune ad altre unità immobiliari, chiuso da cancello o portone d’ingresso che consenta l’accesso dalla strada o da cortile o da giardino anche di proprietà non esclusiva.

Ristrutturazioni operaio edilizia
Fonte: Foto di annawaldl da Pixabay

Incentivi per edifici con irregolarità lievi

Seconda questione è quella relativa alla possibilità di ricorso al Superbonus da parte di edifici con irregolarità lievi. Viene esteso l’accesso agli incentivi anche agli immobili che non riportano irregolarità in corrispondenza delle parti comuni. La modifica arriva con l’inserimento del comma 13-ter all’interno dell’art. 119 del Decreto Rilancio:

Al fine di semplificare la presentazione dei titoli abitativi relativi agli interventi sulle parti comuni che beneficiano degli incentivi disciplinati dal presente articolo, le asseverazioni dei tecnici abilitati in merito allo stato legittimo degli immobili plurifamiliari, di cui all’articolo 9-bis del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, e i relativi accertamenti dello sportello unico per l’edilizia sono riferiti esclusivamente alle parti comuni degli edifici interessati dai medesimi interventi.

Condomini

Tra le modifiche più rilevanti si trova la variazione dei quorum assembleari in materia di Ecobonus. Basterà un terzo dei millesimi dell’edificio per approvare una richiesta di finanziamento bancario. Stesso discorso per quanto riguarda lo sconto in fattura o la cessione del credito. Dovrà comunque risultare presente la maggioranza dei millesimi coinvolti.

Altra novità è l’inserimento di un’apposita disposizione in materia di assemblee condominiali. Viene così introdotta, grazie all’aggiunta in coda al comma 5 dell’art. 66 del Regio Decreto 30 marzo 1942, n. 318 recante “Disposizioni per l’attuazione del Codice civile e disposizioni transitorie”, la possibilità di svolgere riunioni in videoconferenza:

Anche ove non espressamente previsto dal regolamento condominiale, previo consenso di tutti i condomini, la partecipazione all’assemblea può avvenire in modalità di videoconferenza. In tal caso, il verbale, redatto dal segretario e sottoscritto dal presidente, è trasmesso all’amministratore e a tutti i condomini con le medesime formalità previste per la convocazione.

Ragazza al computer
Fonte: Foto di Pexels da Pixabay

Superbonus, novità su smart working e indennità

Lo smart working è sempre più una realtà percorribile contro la pandemia di Coronvirus. A dimostrarlo anche le nuove disposizioni contenute nel Decreto Agosto, ora convertito in legge. I genitori con figli di età inferiore ai 14 anni soggetti a isolamento fiduciario potranno richiedere di svolgere le proprie prestazioni lavorative in telelavoro durante tutta la quarantena del minore.

Qualora le prestazioni non potessero essere svolte a distanza sarà possibile richiedere un congedo straordinario con retribuzione al 50%. Può essere richiesto da uno solo dei genitori, così da garantire la necessaria presenza al minore soggetto a quarantena.

Previste infine anche delle indennità per alcuni dei settori più colpiti dalla pandemia di Coronavirus. Approvata in via definitiva anche un’indennità di 1000 euro a favore di alcune categorie. Rientrano tra i beneficiari i dipendenti stagionali impegnati nel turismo, nello spettacolo e negli stabilimenti termali. Le somme corrisposte non concorreranno a formare il reddito imponibile. A erogarle sarà l’INPS (entro un limite massimo di 680 milioni di euro).

Sono state approvate anche delle indennità pari a 600 euro, che verranno corrisposte a vari soggetti impegnati nel settore sportivo. Beneficiari i titolari di rapporti di collaborazione con associazioni e società dilettantistiche, CIP, CONI, federazioni sportive nazionale, enti di promozione sportiva.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Detersivi con scarti alimentari: ecco come realizzarli