• GreenStyle
  • Consumi
  • Superbonus 110%, i limiti per i proprietari: le FAQ dell’Agenzia

Superbonus 110%, i limiti per i proprietari: le FAQ dell’Agenzia

Superbonus 110%, i limiti per i proprietari: le FAQ dell’Agenzia

Chiarimenti in materia di Superbonus 110%, ecco le ultime risposte fornite dall'Agenzia delle Entrate sul fronte detrazioni fiscali.

L’Agenzia delle Entrate ha fornito alcune risposte in merito al Superbonus 110%. I chiarimenti si rivolgono nello specifico ai proprietari degli immobili che desiderano intervenire sugli stabili per migliorarne la classe energetica o ridurne il rischio sismico.

Tra i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate in questi giorni figura il numero massimo di immobili (con medesimo proprietario) per i quali è possibile richiedere il bonus. A questo si aggiungono le limitazioni per quanto riguarda gli studi professionali, gli interventi sulle parti comuni, il miglioramento della classe di rischio sismico e della destinazione d’uso delle unità immobiliari.

Superbonus 110%: numero massimo di immobili e condominio

Ciascun proprietario che rispetti i requisiti ha diritto ad accedere al Superbonus 110%. Esiste però un limite legato al numero di immobili per i quali può essere richiesto l’incentivo, ovvero due. Per gli immobili eccedenti tale numero non si avrà diritto al Superbonus 110%.

Questo limite non è applicabile però in caso di interventi a carico delle parti comuni di un condominio. Anche in caso di tre o più unità immobiliari di proprietà del medesimo soggetto sarà possibile usufruire del Superbonus 110% (limitatamente ai lavori effettuati sulle parti comuni).

Ultima nota per quanto riguarda gli edifici plurifamiliari, che hanno l’obbligo (per accedere alla detrazione fiscale) di costituirsi in condominio. Inoltre devono appartenere ad almeno due diversi proprietari: in caso di proprietario unico non si avrà diritto al bonus.

Destinazione d’uso e studi professionali

Un immobile o appartamento adibito a studio professionale o sede lavorativa non può usufruire del Superbonus. Qualora si trovi all’interno di un condominio allora anche uno studio professionale avrà diritto all’incentivo, ma limitatamente alle parti comuni.

La questione degli studi professionali assume rilievo anche per quanto riguarda l’accesso del condominio al Superbonus 110%. Gli edifici condominiali avranno diritto al bonus soltanto se almeno il 50% degli immobili al loro interno risulti destinato a uso abitativo.

Rischio sismico

Il limite di immobili che possono godere delle detrazioni fiscali non si applica inoltre alle zone classificate a rischio sismico 1, 2 o 3 (Ordinanza 3274/2003). Su tutti gli immobili potrà essere applicata la detrazione maggiorata.

Fonte: Edilportale

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle